“LavoriAmo”, l’occupazione ora viaggia su Facebook

interconnessi-socialAgenzie interinali addio, adesso la ricerca di lavoro viaggia su Facebook e la mediazione è pressoché inesistente. Questa l’originale iniziativa di Giuseppe Baldo cinquantunenne titolare della Aequa Engineering di Oriago, fondatore del gruppo Facebook “LavoriAmo”. Con il suo sistema, cioè pubblicando direttamente le offerte di lavoro su Facebook è riuscito a trovare lavoro a 320 persone.

A raccontare come è nata e si è sviluppata l’iniziativa, è lo stesso Baldo che ha attivato la bacheca virtuale due anni e mezzo fa. E l’evoluzione è stata rapida. La pagina è passata ad essere da piccola pagina seguita nel Miranese e nella Riviera del Brenta a grande punto di riferimento per tutto il Nordest. La pagina che è stata creata nell’aprile 2014, oggi conta su 23.300 iscritti in continuo aumento. E ha trovato lavoro a 320 persone, un risultato davvero importante in questo periodo in cui la crisi è finita ma la ripartenza non è così rapida in tutti i settori. In questa pagina in internet, sono gli stessi imprenditori a pubblicare direttamente le proprie offerte e i profili dei candidati che cercano. Insomma tutto più diretto. “L’aspetto più interessante e innovativo è quello di coinvolgimento comunitario del gruppo che cresce – spiega Baldo- e in cui i partecipanti si aiutano l’un l’altro. Chi trova lavoro poi è riconoscente al gruppo, e aiuta i partecipanti a fare altrettanto. E’ proprio la comunità virtuale per molti è stata decisiva per trovare un’occupazione”.

Baldo, per questo suo impegno gratuito è stato premiato a Firenze come allievo modello di Don Bosco. Ora conosce il gruppo gente di tutto il Veneto e di tutte le età, molti fa fuori Regione. L’aspetto più interessante è che tra questi iscritti ci sono sempre più titolari di azienda. E i casi risolti o che il gruppo pone all’attenzione sono tantissimi: c’è il  bar che cerca una cameriera all’impresa che assume muratori, il centro commerciale a caccia di commessi, lo studio professionale che ha bisogno di una nuova segretaria, l’officia che ha bisogno di un apprendista. Siamo riusciti a trovare lavoro a circa 320 persone, ma queste sono solo quelle certificate. Sicuramente i numeri sono più alti secondo Baldo. “Con il sistema del passaparola infatti – conclude – vanno stimate decine di persone in più che hanno trovato lavoro”.

Di Alessandro Abbadir

Lascia un commento