Mira: la chimica fuori dalla crisi, ora si torna ad assumere

chimica-miraL’economia locale riparte dalla chimica a Mira, e proprio con l’inizio dell’anno arrivano le buone notizie. Ci sono così una cinquantina di nuove assunzioni nel 2017 per le tre aziende che hanno la loro sede nel territorio comunale del più popoloso comune della Riviera del Brenta.
Alla Polimira saranno 18 i nuovi assunti a quella che fu l’ex Nuova Pansac, una decina alla Marchi Marano e un altra ventina di posti di lavoro arriveranno per l’indotto dall’aumento delle produzioni in tutti e tre i siti. La Marchi Industriale che ha sede a Marano (ex Marchi Marano), stimano i sindacati, punta ad assumere circa una decina di nuovi dipendenti nel 2017. Nei mesi scorsi l’azienda, che produce acido solforico, aveva illustrato in una pubblica assemblea l’ampliamento del sito.
Il gruppo, fondato nel 1873 in Toscana, è sbarcato nella frazione mirese nel 1899, leader da sempre nella produzione di acido solforico e solfato di potassio. Negli ultimi anni l’oleum, un concentrato di acido solforico necessario come elemento chiave nelle produzioni plastiche, ha avuto successo a livello mondiale.
Il sito produttivo principale è a Marano su una superficie di 140 mila metri quadri e circa 90 dipendenti. Le cose vanno per il verso giusto anche alla Reckitt Benckiser, l’ex Mira Lanza. Ora nel sito di Mira lavorano 198 operai e 40 tecnici del centro internazionale ricerche del gruppo. Il bilancio si è chiuso in positivo con un aumento di produzioni del 20%. In questo caso a beneficiarne sarà anche l’indotto.
Le cose sono andate per il verso sbagliato invece negli anni scorsi alla Zeolite, che a causa di un contenzioso con Reckitt ha chiuso i battenti. Vanno bene le cose come detto anche alla Polimira a Malcontenta. Qui la proprietà, con l’amministratore delegato Sergio Folli, e le Rsu hanno firmato un accordo che prevede l’assunzione di 18 nuovi dipendenti, facendo salire così a 204 la quota dei lavoratori ex Pansac assunti da quando nel 2013 Poligof ha acquistato l’azienda dall’amministratore straordinario, l’avvocato Marco Cappelletto, dopo la disastrosa gestione di Fabrizio Lori che finì in carcere.

Alessandro Abbadir

About Giorgia Gay

Giornalista professionista, nata sulla carta ma con un'anima social e una passione per le web news

Lascia un commento