A Porto Viro, il 2017 è iniziato a secco

tubatureIl risveglio dopo la notte più ricca di bollicine dell’anno è stato decisamente secco a Porto Viro, dove un’importante rottura della conduttura principale ha creato notevoli disagi agli abitanti del Comune.

Tutto è iniziato con una segnalazione al 112: la tubatura centrale si era spaccata facendo fuoriuscire con un notevole quantitativo d’acqua, probabilmente a causa dell’abbassamento della temperatura, scesa sotto allo zero durante notte di Capodanno. A causa della forte pressione, gli zampilli hanno raggiunto anche i 50 centimetri di altezza, allagando l’incrocio che collega Corso Risorgimento, via Cesare Battisti e via Zara. Sul posto sono giunti i Carabinieri e il capo della polizia locale Mario Mantovan, che hanno messo in sicurezza l’area in attesa dell’arrivo dei tecnici della ditta Spunton. Durante l’intervento degli operai, è stato necessario chiudere la condotta centrale cittadina. I lavori si sono svolti dunque senza sosta, per creare il minor disagio agli abitanti.

Nel primo pomeriggio l’acqua ha finalmente ripreso a sgorgare nei rubinetti dei portoviresi, che hanno espresso in numerosi la propria gratitudine agli operai che hanno svolto i lavori attraverso i social.

Lascia un commento