Porto Viro: “Boudoir Disability” diventa calendario

boudoir-disabilityIl progetto fotografico “Boudoir Disability”, che aveva suscitato qualche polemica tra l’ex sindaco Thomas Giacon e l’ex assessore Marialaura Tessarin, è diventato un calendario di beneficenza.

“Ho deciso, l’estate scorsa, di aderire a questo progetto, innovativo e completamente fuori dagli schemi, dopo aver visto altre foto di ragazze disabili immortalate in lingerie dalla fotografa Micaela Zuliani, creatrice del brand Portrait de Femme, e del progetto Boudoir Disability, ideato insieme alla blogger e giornalista Valentina Tomirotti – spiega Tessarin – è stato davvero stimolante mettermi in gioco certamente per piacere e vanità, ma soprattutto per contribuire a promuovere questo tipo di cultura sulla quale pochi artisti hanno il coraggio di investire e mettere a disposizione le proprie idee. Anche le donne disabili possono essere protagoniste della società e artefici del loro destino, belle e sensuali allo stesso modo delle donne normodotate, e certamente pronte a una relazione sentimentale e sessuale, diversamente da come ci dipinge la società; la prima forma di violenza effettuata su di loro è il disconoscimento della loro femminilità”.

L’obiettivo del progetto è di smuovere le coscienze e affermare i diritti di persone che altrimenti rimarrebbero invisibili: il ricavato verrà devoluto alla Fondazione Mantovani Castorina Onlus, associazione che tratta le disabilità intellettive e neuromotorie.
Il presidente onorario della Fondazione, Antonio Giuseppe Malafarina, anch’egli persona con disabilità dovuta a un incidente, è un giornalista freelance che, fra le altre testate, collabora anche con Corriere della Sera per il blog Invisibili. Per acquistare il calendario 2017 in pdf basta inviare una mail all’indirizzo info@portraitdefemme.it con oggetto “Calendario benefico” al costo di 5 euro.

 

Fa. Pr.

About Giorgia Gay

Giornalista professionista, nata sulla carta ma con un'anima social e una passione per le web news

Lascia un commento