Il punto nascita di Adria potrebbe chiudere

punto-nascitaSono sette i punti nascita del Veneto pronti a scomparire e tra questi anche quello di Adria. Secondo il Ministero della Sanità infatti risultano troppo costosi e insicuri i centri dove il numero delle nascite sono inferiori a 500 e dovrebbero essere chiusi.

Ma c’è ancora speranza. L’assessore regionale alla Sanità Luca Coletto presenterà una richiesta di deroga al Comitato nazionale nascite, con la proposta di riclassificare i punti nascita. Nel caso di Adria sarebbe previsto un ridimensionamento delle competenze, trattando casi di gravidanze non complicate e garantendo sempre la presenza di figure mediche specializzate – un pediatra e un’ostetricia – nella struttura.

I possibili cambiamenti avranno luogo in ogni caso non prima di dicembre 2017.
Gli altri punti nascita nella “lista nera” sono quello di Trecenta, Venezia, Valdagno, Piove di Sacco, Asiago e Valdagno.

About Giorgia Gay

Giornalista professionista, nata sulla carta ma con un'anima social e una passione per le web news

Lascia un commento