Amici della Bici di Rovigo: “Tuteliamo gli utenti deboli della strada”

amici-della-bici-rovigoL’associazione Amici della Bici di Rovigo onlus è un’associazione ambientalista senza scopo di lucro iscritta al registro regionale delle associazioni di promozione sociale.

La nostra associazione – sottolinea il presidente Sandro Burgato – si propone di tutelare e rappresentare a livello locale e nazionale gli utenti deboli della strada: i ciclisti ma anche i pedoni, bambini, anziani e disabili”.

L’associazione nasce ufficialmente nel dicembre del 2006 come risultato di un corso di politica della mobilità “Il futuro arriva in bicicletta” promosso dall’associazione Scuola di Quartiere di Rovigo nel 2005. Un primo nucleo aveva cominciato a operare ma con programmi troppo ambiziosi che non sono riusciti a coinvolgere i più.
Da qui la creazione di un nuovo gruppo eterogeneo e composito: alcuni provengono da altre esperienze di associazionismo civico e d’impegno sociale, altri sono completamente neofiti.
Per alcuni la motivazione principale è migliorare le politiche della mobilità e tutelare i soggetti deboli sulle strade. Motivazione per la quale è stata anche organizzata una biciclettata di sensibilizzazione lo scorso 7 gennaio, con partenza proprio in piazza Vittorio Emanuele II.
Per altri, la motivazione prevalente sono semplicemente le gite sociali e godersi la bici con maggiore tranquillità e sicurezza. E in questo l’associazione non si fa trovare impreparata. Per questo 2017 ha infatti proposto un calendario davvero molto ricco, dove eventi agonistici si alternano ad incontri culturali e educativi.
Da gennaio a novembre, infatti, sono tanti gli appuntamenti organizzati, dove la protagonista indiscussa resta sempre lei: la bici.
Già a febbraio sono stati organizzati diversi incontri come la presentazione del libro “Il velodromo Monti 1915-2015” di Giovanni Rattini, inserito all’interno del progetto Biciracconta 2016/2017, come il documentario “Contromano” di Stefano Gabbani, che verrà proiettato domani 24 febbraio, alle 21, nella sala polivalente di piazza Tien anmen, con ingresso a offerta libera. Da marzo fino a settembre sarà dato ampio spazio alle gite sociali e alle ciclovacanze. Tra le mete scelte, Arquà Petrarca e Valle San Giorgio, Venezia, Cremona, Liguria e Puglia.
Ottobre sarà invece dedicato al delta del Po, con gite in giornata. Si ritornerà a parlare di libri e cultura in generale nei mesi di novembre e dicembre, con ben tre incontri del ciclo biciracconta, e la conclusiva cena sociale.

Serena Di Santo

About Giorgia Gay

Giornalista professionista, nata sulla carta ma con un'anima social e una passione per le web news

Lascia un commento