Home Rodigino Daspo urbano, Bergamin: "Rischia di creare solo un ulteriore caos in un...

Daspo urbano, Bergamin: “Rischia di creare solo un ulteriore caos in un sistema burocratico già complicato”

Massimo BergaminSicurezza locale. Il Consiglio dei Ministri, lo scorso 10 febbraio, ha approvato il decreto legge “Disposizioni urgenti per la tutela della sicurezza delle città” che prevede più poteri per i sindaci introducendo il daspo urbano.

“Questo Governo dimostra ancora una volta di non conoscere la realtà – afferma il sindaco di Rovigo Massimo Bergamin -. E’ lo stesso governo che, negli ultimi due anni, ha tagliato un milione e duecentomila euro di trasferimenti al Comune di Rovigo. Come è possibile senza fondi, mettere in pratica controlli ed esercitare l’ennesimo potere senza strumenti?”

Al momento il sindaco ricorda che l’organico della Polizia locale è composto da poco più di 30 persone, quando per legge dovrebbe essere di almeno di 50 agenti in rapporto alla popolazione rodigina: mancherebbero le risorse necessarie per adempiere anche a queste competenze in materia di sicurezza, oltre che a quelle in ambito sanitario e ambientali.

Bergamin sottolinea che “il tema più grave di tutti, che sta alla base di ogni ragionamento sul tema sicurezza, è quello relativo alla certezza della pena”. E continua: “Posto anche che il daspo funzioni, chi compie il reato sarà perseguito e pagherà effettivamente per l’illecito commesso?  Invece di aiutare i sindaci – conclude -, provvedimenti frammentati come questi  rischiano di creare solo ulteriore caos in un sistema burocratico già confuso e complicato come quello italiano”.

Giorgia Gay
Giornalista professionista, nata sulla carta ma con un'anima social e una passione per le web news

Le più lette