Tacchetto: “In questi dieci anni qualcosa è cambiato nella nostra Vigonza”

nunzio-tacchettoIn questo clima di campagna elettorale il sindaco Nunzio Tacchetto tira le somme dei due mandati elettorali, dal 2007 ad oggi.

“E’ stato un grandissimo onore lavorare per il bene della comunità di Vigonza – afferma il sindaco Tacchetto – e per il territorio di quella che è diventata una città. Dal 2007, anno in cui si è insediata questa amministrazione comunale, ad oggi molto è cambiato: le regole amministrative, le risorse, il lavoro, i modelli di sviluppo e le esigenze delle persone. Ho visto tanti trovarsi in difficoltà per mancanza di impiego ma anche per scarsa tenuta degli affetti e degli obblighi familiari. Ma si è rinvigorita la solidarietà, le proposte di attività ponte attraverso l’attivazione del fondo comunale hanno dato speranza a molti. Nel contempo qualcosa è cambiato anche in noi, ci siamo riposizionati su assetti più consoni al periodo e, dal punto di vista sociale, abbiamo supportato con cifre molto consistenti le realtà più deboli”.

Continua il primo cittadino di Vigonza: “Le scelte urbanistiche fatte, mantenendo il rispetto per il territorio, ci hanno permesso di reperire risorse importanti per la realizzazione di opere pubbliche che hanno migliorato la qualità della nostra vita. Mi riferisco a piazze, piste ciclabili, scuole, sanità, sicurezza idraulica, rotonde, palestre, scuole materne e aree verdi. Molti infatti sono i ricordi che affiorano. Dalle infuocate assemblee pubbliche a Pionca per la scuola materna, alle tesissime riunioni con la soprintendenza per il contratto di quartiere di Vigonza, al lungo confronto con la Curia per la piazza di Codiverno, all’aiuto del prefetto Lepri Gallerano per la rotonda di Peraga, alle forti contestazioni delle minoranze e non solo, per il potenziamento dei servizi sanitari del distretto”.

M. G. M.

About Giorgia Gay

Giornalista professionista, nata sulla carta ma con un'anima social e una passione per le web news

Lascia un commento