Dolo: “Alleanza per le famiglie”, patto tra le generazioni del comprensorio

alleanza-famiglieProsegue lo sviluppo del progetto ‘Alleanza per le famiglie’ promossa dal Comune di Dolo assieme a Campagna Lupia, Camponogara, Campolongo, Fossò, Mira, Pianiga e Stra.

“Questa alleanza – dice l’assessore di Dolo, Carlotta Vazzoler – segna la volontà da parte degli enti locali di farsi promotori di una rete sinergica che si basa sulla consapevolezza che prendere decisioni in sedi ristrette ed esclusive non ha futuro nella società di oggi e funziona, invece, allargando gli spazi decisionali ad una platea più ampia e trasversale, fatta del contributo e delle competenze di tutti gli attori del territorio. Perché dal confronto di competenze ed esperienze si possano elaborare proposte di mutuo gradimento e reciproco vantaggio”.

Assessori al sociale dei Comuni della Riviera hanno coinvolto così le giunte comunali, le associazioni del terzo settore, quelle di categoria, le scuole e le aziende presentando un progetto che è stato finanziato con 33 mila euro dalla Regione. A gennaio si è svolta la riunione plenaria. “Verrà elaborato un database condiviso – dice Vazzoler – al fine di aggiornare i servizi offerti alle famiglie su tutti i territori coinvolti partendo dai dati raccolti nei tavoli dei piani di zona in collaborazione con gli uffici dei servizi sociali. Inoltre durante le attività di “Alleanza per le famiglie” ci sarà l’occasione per rilevare fabbisogni e nuove esigenze delle famiglie, e poter sviluppare servizi e opportunità in maniera trasversale”. Il progetto sta già attirando l’attenzione di altri portatori di interesse che hanno chiesto di partecipare alla rete. Un’altra importante azione che è stata progettata attiene al rapporto tra la popolazione giovane e anziana.

“È importante stimolare la condivisione di obiettivi comuni – prosegue Vazzoler – nei ragazzi e negli anziani, migliorando la qualità della vita di entrambe le fasce d’età. Da un lato stimolando l’invecchiamento attivo, e dall’altro dando ai giovani un motivo per sentirsi utili, condividendo contenuto ad elevato valore sociale quali la responsabilizzazione, il rispetto, il mutuo-aiuto”.

Per questo sono stati inseriti nel progetto due laboratori di alfabetizzazione digitale, con l’obiettivo di affiancare gli alunni delle scuole, alle persone anziane.

Giacomo Piran

About Giorgia Gay

Giornalista professionista, nata sulla carta ma con un'anima social e una passione per le web news

Lascia un commento