Elga Messina: “Chioggia ha grandi potenzialità”

elga-messinaIl 16 gennaio la giunta Ferro si è arricchita di un nuovo volto femminile: Elga Rita Sebastiana Messina è il nuovo assessore all’Urbanistica, ai lavori pubblici, all’edilizia scolastica e privata e ai servizi manutentivi. Catanese di nascita, la 44enne Elga Messina si è laureata in Architettura allo Iuav di Venezia e da allora non ha più lasciato la provincia, occupandosi di restauro e progettazione di nuove opere architettoniche, ma anche di programmi di espansione urbanistica per la pubblica amministrazione.

La sua è una brillante carriera d’architetto. Come ha deciso di assumersi anche questa responsabilità?
“I primi giorni di gennaio sono stata invitata direttamente da questa amministrazione a partecipare alla selezione per ricoprire il ruolo di assessore. Ho apprezzato molto il loro impegno, inusuale per il sistema italiano, nel ricercare i candidati in base alla loro effettiva esperienza professionale. Così ho inviato il mio curriculum e dopo un paio di colloqui mi hanno comunicato di aver superato la selezione”.

Com’è stato il primo impatto con Chioggia?
“Ero ancora una studentessa quando, con curiosità, visitai per la prima volta quella che era descritta sui libri di storia come una piccola Venezia. Da subito trovai riduttiva questa definizione. Mi affascinò con la sua unicità. Oggi, da assessore di questa città, confermo la mia prima impressione. Chioggia ha una sua identità forte e definita, come quella dei suoi abitanti del resto. Trovo che abbia una rilevante potenzialità inespressa che aspetta solo di essere opportunamente valorizzata”.

Il suo predecessore, Marco Boscolo Bielo, aveva stilato una lista d’interventi urgenti da eseguire. Ne terrà considerazione o il suo lavoro riprenderà da zero?
“Stiamo già lavorando al programma degli interventi di asfaltatura, approvato dalla Giunta in dicembre. Abbiamo stabilito un ordine di priorità in relazione al grado di pericolosità e di degrado. E’ ancora presto per dire quali saranno i primi cantieri del mio mandato, ma riguarderanno sicuramente la messa in sicurezza della viabilità urbana”.

Sempre Bielo, parla di 400.000 euro di fondi da lui faticosamente reperiti per le opere di asfaltatura e ora non più immediatamente disponibili perché vincolati al “riaccertamento dei residui” del Comune. C’è qualche possibilità di recuperare quel denaro?
“Il comune di Chioggia ha circa 200 km di strade e per la loro manutenzione ordinaria nel 2017 ha previsto uno stanziamento di 100.000 euro nei propri documenti programmatici provvisori. Sommati ai 400.000 euro cui lei accennava, e che a me non risulta che siano stati persi, ci consentiranno di intervenire per migliorare lo stato della viabilità cittadina. Naturalmente nel rispetto dell’ordine di priorità già stabilito”.

Come si sente ad abbracciare questo inedito percorso di assessore?
“Perfettamente a mio agio. Sono onorata di poter mettere la mia esperienza professionale a servizio della città di Chioggia. Il mio interesse primario, oltre naturalmente a quello di svolgere le mansioni che mi sono state affidate con serietà e impegno, è quello di essere vicina ai cittadini. A questo proposito ho stabilito l’orario di ricevimento con il pubblico ogni mercoledì mattina, previo appuntamento con la segreteria amministrativa”.

Sara Boscolo Marchi

Lascia un commento