Bottrighe – Umberto Maddalena: fu attentato

bottrighe-il-folto-pubblico-della-serataSu Umberto Maddalena, tenente colonnello dell’Arma Aeronautica, famoso in tutto il mondo per le sue innumerevoli imprese, nato a Bottrighe il 14 dicembre 1894 e scomparso nei cieli e nel mare di Marina di Pisa il 19 marzo 1931, si fa avanti soprattutto l’ipotesi dell’attentato, più che di un incidente di volo.
Dalle dettagliate informazioni e dai documenti dell’inchiesta dell’epoca, frettolosamente emessa, molti particolari della vicenda portano a pensare che lo “scomodo” Maddalena, dalle numerevoli imprese, che lo definivano ovunque imbattibile, fosse stato vittima di attentato.
L’enigma rimane, nonostante le tesi presentate dallo studioso padovano Brunello Gentile, già ufficiale della Marina Mercantile e dell’Aeronautica, a confronto con le tesi e documenti forniti dallo storico adriese Aldo Rondiha portato i saluti di benvenuto, consegnando agli ospiti il volume “Il valore di una presenza” relativo ai lavori di restauro del campanile di Bottrighe. Quindi Mara Bellettato, consigliere alla cultura, ha portato i saluti del sindaco.
Durante la serata presente, tra gli altri, Gilberto Maddalena, cugino del grande aviatore, è stata auspicata la nascita di un museo a Bottrighe sull’eroico concittadino, idea di Aldo Rondina, di cui si parla da molti anni.
Di seguito una panoramica sull’ultimo numero del “Ventaglio” a cura del direttore Lino Segantin, con particolare riferimento all’articolo su Adria “Crocefisso di Lepanto” a cura di Rondina e del quarantesimo di presenza pastorale a Bottrighe di don Antonio Cappato, apprezzato parroco del paese.
Soffermadosi quindi sull’articolo “Maddalena, la verità ed il fumetto” di Brunello Gentile con le illustrazioni dell’architetto padovano Francesco Lucianetti. Interassante il dibattito che avrebbe dovuto tentare di chiarire una vicenda purtroppo ancora irrisolta.

Roberto Marangoni

About Giorgia Gay

Giornalista professionista, nata sulla carta ma con un'anima social e una passione per le web news

Lascia un commento