Debutta a Cadoneghe il controllo nei quartieri: gruppi in chat per la sicurezza

cado-controllovicinatoControllo di vicinato anche a Cadoneghe. Alcuni cittadini hanno formato un gruppo che ha già promosso alcune incontri aperti allal cittadinanza per spiegare sciopi e obiettivi. Il controllo di vicinato – attivo per esempio ad Albignasego nel padovano o a Spinea nel veneziano per citarne solo alcuni – consente di creare una rete tra residenti, che si informano tra loro e si aiutano, in caso di furti o persone sospette che si aggirano nel quartiere, in collaborazione stretta con le forze dell’ordine. A Cadoneghe, a uno degli incontri sempre molto partecipati, è intervenuto anche il sindaco Michele Schiavo che ha comunicato che la giunta comunale ha deciso di patrocinare l’iniziativa.
Durante la serata si sono affrontati i temi della regolamentazione della iniziativa del controllo di vicinato e, soprattutto delle modalità tecniche del servizio. Almeno un centinaio i cittadini che hanno partecipato alla riunione di presentazione del progetto. Una quarantina di loro ha già fornito la propria disponibilità ad attivare i gruppi Whatsapp attraverso cui allertare i concittadini del quartiere e contemporaneamente avvertire le forze dell’ordine.

“La buona partecipazione dimostra l’interesse della cittadinanza  spiegano i promotori  oltre a quelle dei presenti in sala, ci sono arrivate una quindicina di adesioni via telefono”.

Antonella Chiavalin, responsabile regionale del ‘Controllo di vicinato’ ha risposto alle domande del pubblico e ha spiegato in cosa consiste. Grazie alla numerosa presenza dii cittadini che hanno dato la loro adesione spontanea, proseguono i promotori, si sono già formati alcuni gruppi suddivisi per quartieri e si sono costituiti gruppi anche per una singola via Brunelleschi e Vasari). Tutti i cittadini potranno aggiungersi in qualsiasi momento ai gruppi di quartiere chiedendo informazioni al numero 348 2602125, scrivendo al sito Facebook del controllo del vicinato di Cadoneghe o scrivendo a cadoneghecdv@gmail.com.

Gli organizzatori soddisfatti delle adesioni ricevute e delle positive risposte dei cittadini di Cadoneghe promuoveranno ulteriori iniziative quali anche un banchetto informativo durante il mercato della Castagnara il sabato mattina. Il passo successivo sarà proprio quello di formare e consolidare i gruppi nei quartieri.

“Si tratterà di passare informazioni via telefono, non di intervenire personalmente a sventare furti e rapine né tantomeno di scendere in strada a fare le ronde notturne. La nostra idea sarebbe di organizzare questo servizio anche come Unione Medio Brenta mettendo in rete, per lo scambio di informazioni di pubblica sicurezza, Cadoneghe con Vigodarzere e Curtarolo. Speriamoche l’interesse della gente ‘contagi’ anche le amministrazioni comunali: in molti si sono lamentati dell’assenza di sindaco, assessori e consiglieri”, concludono i promotori.

Nicoletta Masetto

About Giorgia Gay

Giornalista professionista, nata sulla carta ma con un'anima social e una passione per le web news

Lascia un commento