Porto Viro – Maria Antonietta Avanzo: nuova autobiografia

alfaromeoHa rivisto la luce l’autobiografia di Maria Antonietta Avanzo, nata Bellan, pioniera delle corse automobilistiche nata a Contarina nel 1889: la ristampa anastatica de “La mia vita a 100 km a l’ora” è stata curata dal rodigino Luca Malin, che nel 2013 aveva scritto anche una bella biografia di questo straordinario personaggio.

“Ho ritrovato una copia originale del libro del 1928 presso la Biblioteca delle Donne di Bologna e ho avuto il permesso di digitalizzarlo e rievocare il ricordo di questa donna ironica e dalla forte personalità – spiega Malin -. Il diario nacque come una raccolta di articoli che la Avanzo spediva al giornale L’Impero diretto dal futurista Mario Carli, e il linguaggio usato è quello retorico e ridondante degli anni ’20: in essi Maria Antonietta raccontava le sue rocambolesche avventure dalla partenza con i figli nel 1923 da Marsiglia fino all’arrivo e alla permanenza di tre anni in Australia dove diede vita ad una farm, passando per una serie di altre peripezie in Polinesia, Giappone e Cina e un’infruttuosa ricerca del petrolio a Giava”.

La prefazione al libro è di Isabella Rossellini, dal momento che la baronessa era la zia di suo padre Roberto. “Ho conosciuto Isabella di persona qualche anno fa – racconta ancora Malin – e si è detta entusiasta all’idea di valorizzare questa semisconosciuta figura della sua famiglia, tanto che ci siamo tenuti in contatto per corrispondenza, e la famosa attrice ha scritto volentieri la prefazione, avendo conosciuto di persona la zia, morta nel 1977”.

A Porto Viro vive ancora una parente di Maria Antonietta Avanzo, Renza Porro, che ricorda divertita le visite dell’avventuriera nel suo paese natale a bordo di macchine veloci nonostante l’età che avanzava.

Fa. Pr.

About Giorgia Gay

Giornalista professionista, nata sulla carta ma con un'anima social e una passione per le web news

Lascia un commento