Rifiuti, M5s: “Si faccia chiarezza sulle discrepanze per i servizi della Bassa padovana”

rifiuti-tsI consiglieri comunali M5s Luca Martinello, Francesco Roin, Andrea Bernardini e la deputata Benedetti chiedono chiarezza sulle vicende legate alla gestione dei rifiuti nella Bassa padovana.

“Ho depositato oltre un mese fa un’interrogazione per chiedere come fosse possibile una discrepanza tanto netta tra l’ammontare previsto per i servizi ordinari di base dal Pef del comune di Conselve (777.140,55 €) e le fatture emesse da S.e.s.a per svolgere quei servizi nel comune di Conselve (518.231,65€) – denuncia Martinello -. Abbiamo riscontrato questa anomalia per tutti gli anni dal 2012 al 2016, e vorremmo quanto meno capire se sindaco e assessore fossero al corrente di questa situazione”.

“Se per Conselve è stato possibile verificare queste gravi anomalie avendo ricevuto le fatture, chi ci garantisce che per Este e Monselice, i comuni più grossi, la “cresta” fatta dal Consorzio non sia la stessa o addirittura maggiore?” continuano Bernardini e Roin.

“Al di là della mancata ottemperanza degli obblighi previsti nei confronti dell’esercizio pubblico del consigliere Martinello – conclude la deputata Benedetti – troviamo inaccettabile un tale silenzio da parte dei sindaci e l’assoluta mancanza di chiarezza e trasparenza anche su questi aspetti che riguardavano direttamente il loro incarico di controllori sulla gestione del Consorzio”.

About Giorgia Gay

Giornalista professionista, nata sulla carta ma con un'anima social e una passione per le web news

Lascia un commento