Vigodarzere, rete solidale di mamme per i quattro gemellini

gemelliniIl 16 marzo hanno compiuto sette mesi. Stanno bene e crescono a vista d’occhio i quattro gemellini di Saletto di Vigodarzere venuti alla luce lo scorso agosto. Nati prematuri di due mesi, il loro peso oggi varia dai 6,8 ai circa 8 chilogrammi. Per la gioia di mamma Judith Ogechi Uzochukwu, 33 anni di origine nigeriana, del marito Steve Bona Igwegbe e del fratellino, Goodluck, che quest’anno ne compie sette. Alla nascita pesavano un chilo circa ciascuno Tra pannolini, poppate e primi giochi Michael, Gabriel, Rafael e Francis stanno già dimostrando tutto il loro carattere.

“Gabriel, è più piccolino con i suoi 6,8 kg, è il più taciturno – racconta la zia Paola Ferrari -. Chi mangia in continuazione, invece, è Michael, il più grande di tutti con i suoi otto chili, e pure il più vivace. Rafael è il più tranquillo; Francis è molto bravo tranne quando vuole qualcosa e si fa sentire”.

A casa lavora solo papà Steve, saldatore in un’azienda di Campodarsego. Non ci sono, al momento, altri aiuti. La famiglia più che sulle istituzioni può, però, contare su una rete solidale di mamme che, tre-quattro volte la settimana, si alternano per duetre ore la mattina nel dare una mano a Judith che ringrazia tutti. I parti plurigemellari sono rari in Italia. Il grazie, tra gli altri, alla Clinica ostetrica e ginecologica e a quella Pediatrica di Padova, in particolare al dottor Erich Cosmi che aveva seguito la gravidanza.

“Il dottor Cosmi – continua la zia dei gemellini – ha accettato di seguire una gravidanza non facile: diabete gestazionale e poi, quel martedì, il distacco della placenta, che ha costretto il medico al cesareo d’urgenza. Se sono insieme a noi è grazie a un medico che, dall’inizio, ha voluto che tutti quattro gli embrioni potessero continuare a vivere”.

Nicoletta Masetto

About Giorgia Gay

Giornalista professionista, nata sulla carta ma con un'anima social e una passione per le web news

Lascia un commento