“Zero emissioni”, la mobilità sostenibile va in classe a Spinea

centro-storico-spinea1Al via la quarta edizione del concorso ‘Zero Emissioni’ proposto dall’assessorato all’ambiente del Comune di Spinea. L’iniziativa è rivolta alle scuole del territorio nell’ambito del Piano d’azione per l’Energia Sostenibile (Paes) con obiettivo la riduzione delle emissioni di CO2 del 20% entro il 2020. Il tema del concorso di quest’anno è la mobilità sostenibile, per partecipare c’è tempo fino al 12 maggio.
I progetti delle scuole valuteranno il tema del traffico, anche inteso come problema sociale ed economico, con rilevanti connessioni nell’ambito della salute e della sicurezza e di consumo di risorse non rinnovabili.
Un modo per affrontare questo problema è sicuramente l’educazione e la sensibilizzazione verso tali tematiche, invitando tutti a nuovi stili di vita che iniziano spesso da semplici scelte quotidiane.
Possono partecipare sia le scuole primarie sia quelle secondarie, il concorso è rivolto alle classi quarte e quinte delle primarie e alle classi delle secondarie di primo grado. Si può partecipare come scuola o come singola classe e i premi in denaro possono essere utilizzati come contributo spese per un’uscita scolastica su un sito attinente le tematiche trattate oppure come contributo spese per l’acquisto di materiali, strumentazione, ecc. necessarie alla scuola.
Il progetto è un’occasione didattica, ma anche educativa che si sviluppa nell’ottica di una piena collaborazione scuola-famiglia- territorio. La premiazione si svolgerà il 26 maggio.

“Questo è il quarto anno che il Comune organizza il concorso – dice l’assessore all’ambiente Stefania Busatta – ogni anno, i ragazzi presentano dei progetti interessanti: alcuni fantasiosi altri fattibili. I premi in denaro sono assegnati alla scuola che poi decide come destinare i fondi: in passato sono stati acquistati materiali scolastici”.

La partecipazione, a ogni edizione del concorso, è molto attiva. Tra gli spunti di riflessione suggeriti per gli elaborati: aumentare la consapevolezza delle diverse forme di mobilità, punti di forza e debolezza di ognuna, approfondire il rapporto tra mobilità sostenibile, salute e ambiente, rapportare le esigenze di genitori e adulti con i desideri dei ragazzi nel muoversi, immaginare la ‘Città ideale’ con proposte pratiche e attuabili. Ci saranno attività di laboratorio sui mezzi di mobilità alternativi e coinvolgimento delle famiglie.

Roberta Pasqualetto

About Giorgia Gay

Giornalista professionista, nata sulla carta ma con un'anima social e una passione per le web news

Lascia un commento