Home Veneziano Chioggia Chioggia, opere pubbliche e servizi alla persona: le priorità del triennio

Chioggia, opere pubbliche e servizi alla persona: le priorità del triennio

chioggiaIl Consiglio Comunale di Chioggia, lo scorso 29 marzo, ha approvato, in ottemperanza alle previsioni del Testo unico sugli enti locali, il bilancio di previsione finanziario per i prossimi tre anni, delineando gli obiettivi strategici e stabilendo le voci previsionali di entrata e di spesa. Le linee guida della nuova programmazione, come spiega una nota dell’amministrazione comunale, sono due: la prima riguarda il mantenimento di tutti i servizi essenziali, come gli asili nido, il trasporto scolastico, la mensa scolastica e il contributo alla Casa di riposo. Il secondo, invece, riguarda le opere pubbliche e strutturali da realizzare in città che, come spiegano i pentastellati, sono “il motore per creare lavoro, occupazione e quindi sviluppo nel territorio”.

“È il primo bilancio della nuova amministrazione Cinque Stelle, sapevamo sarebbe stato molto impegnativo produrre il bilancio con minori risorse a disposizione — spiega l’assessore al Bilancio Daniele Stecco — siamo riusciti ad approvare nei termini il nuovo documento di previsione, limitando il più possibile il blocco delle attività comunali come avviene in caso di bilancio provvisorio. Adesso l’obiettivo sarà quello di approvare entro la fine dell’anno il prossimo bilancio, per consentire fin da inizio anno ai dipendenti e a noi amministratori di lavorare in modo efficace”.

Le linee guida riguardano, in particolar modo, la tutela delle fasce più deboli, la garanzia dei servizi pubblici essenziali alle famiglie e alle imprese, la promozione di azioni di sviluppo del territorio, nonché di una politica della cittadinanza attiva, il mantenimento del decoro urbano, la promozione dell’utilizzo dei fondi comunitari per la realizzazione degli interventi comunali e la promozione e la garanzia della sicurezza dei cittadini. Nel dettaglio, il bilancio previsionale prevede un totale di entrate di 127 milioni di Euro, “ben 9 milioni di Euro in meno rispetto allo scorso anno”, sottolinea l’amministrazione, che precisa come con queste “forti riduzioni” sia stato necessario “far quadrare gli interventi di spesa corrente e in conto capitale”.

“Meglio essere realistici che faraonici — continua l’assessore al Bilancio — aver avuto nel bilancio 2016 quasi 20 milioni di euro di interventi che non potevano essere realizzati, non ha giovato alla nostra città creando false aspettative”. L’assessorato ricorda come sia stato scongiurato l’aumento della Tari e ricorda come siano previsti 6 milioni e 400 mila euro per interventi quali parcheggio scambiatore, pontili, strade e 3 milioni 700 mila euro in spese correnti per illuminazione pubblica, trasporto pubblico locale, manutenzione stradale e segnaletica. Per il sociale e per i servizi alla persona, infine, l’amministrazione assicura il suo impegno al fine di stanziare “nuove risorse qualora ve ne sarà disponibilità”.

Andrea Varagnolo

Giorgia Gay
Giornalista professionista, nata sulla carta ma con un'anima social e una passione per le web news

Le più lette