Continuano le scorribande delle babygang a Adria

babygangSono riprese ad Adria le scorribande delle famigerate ‘baby gang’. Piccoli vandali, tra i 16 e i 17 anni, italiani, che amano trascorrere le notti del weekend all’insegna di atti particolarmente fastidiosi. Fioriere rovesciate, vasi rotti, bidoni dell’immondizia (e anche contenenti escrementi di cane) divelti, muri imbrattati, liti, ubriachezza molesta con annesso vomito davanti a negozi: è ricco il carnet di bravate di questi giovani teppisti in itinere. Che invece di divertirsi come tutti i loro coetanei, preferiscono passare i sabati sera dando sfogo alle loro pulsioni, spesso e volentieri in preda ai fumi dell’alcol (e si spera non oltre) o, più semplicemente, alla voglia di dimostrare quanto sono forti, trasgressivi, “duri”. Il loro punto di appoggio, pare, è il ponte di via Chieppara. Comprensibile la rabbia dei titolari delle attività commerciali danneggiate, arrivati a chiedere maggiori controlli durante il fine settimana. Di queste istanze si è fatto portavoce il sindaco Massimo Barbujani, che in un incontro col prefetto Caterino ha presentato la richiesta di un’intensificazione della presenza delle forze di polizia in città. Obiettivi: agire da deterrente all’azione di questi adolescenti o, perché no, coglierli sul fatto e poterli finalmente incastrare.

“Sappiamo chi sono e prima o poi li troveremo sul fatto – aveva dichiarato il sindaco, da mesi attivo nel segnalare il problema e invocare maggiore educazione e rispetto –. Purtroppo il loro divertimento è questo, ma prima o poi qualcuno pagherà. La tolleranza ha un limite. E dove sono i genitori?”.

Qualche settimana fa sembrava che – approfittando della videosorveglianza presente nei luoghi interessati – l’identificazione dei responsabili fosse imminente, ma da allora non ci sono state altre novità. E i giovani vandali continuano ad agire impuniti. Con buona pace di decoro urbano, educazione civica e decenza.

Stefano Chiarelli

About Giorgia Gay

Giornalista professionista, nata sulla carta ma con un'anima social e una passione per le web news

Lascia un commento