Giovane morto per cocktail di droghe a Padova. “La Regione farà poderosa prevenzione”

droga-adolescenzaLa scuola non deve sottovalutare la situazione della diffusione delle problematiche della droga e delle dipendenze tra i giovani, perché si tratta di un fenomeno che può mettere a rischio il futuro di un’intera generazione. La Regione lavorerà mettendo in campo una poderosa azione di prevenzione e di affermazione della cultura contro ogni tipo di droga, nonché di informazione sui drammatici effetti che essa provoca”.

Queste le parole dell’assessore regionale all’Istruzione Elena Donazzan, dopo la morte dei diciottenne della Guizza a Padova, morto a causa dell’assunzione di un cocktail di droghe.

“Ci si renda conto – aggiunge Donazzan – che non esistono droghe leggere e droghe pesanti, perché a quelle cosiddette pesanti si arriva attraverso il consumo di quelle cosiddette leggere che adesso, fatto estremamente grave e pericoloso, sono anche modificate chimicamente”.

“Un’altra problematica che non dobbiamo nasconderci – conclude Donazzan – è una certa disattenzione anche in alcune famiglie rispetto alla necessità di tenere la guardia sempre alta rispetto a un fenomeno ampiamente sottovalutato, del quale si rischia di occuparsi nei casi di tragedie come questa o quando le forze dell’Ordine entrano nelle scuole, dove spesso, purtroppo, non escono a mani vuote”.

About Giorgia Gay

Giornalista professionista, nata sulla carta ma con un'anima social e una passione per le web news

Lascia un commento