Lupi, Benedetti (M5S): “Controproducente rinunciare al progetto Life Wolfalps”

lupo-lupi“Il problema legato alla presenza di lupi è l’ennesimo esempio dell’incapacità di questa Regione di gestire fauna e territorio”. A lanciare l’accusa la deputata Silvia Benedetti all’indomani della decisione di abbandonare il progetto “Life Wolfalps”.

“Le prese di posizione da parte dei vari esponenti della Giunta e della maggioranza – continua Benedetti – sono la dimostrazione di come questi signori non conoscano minimamente ciò di cui parlano. Il progetto Life, a contrario di quanto assunto dalla Regione, nasceva proprio per risolvere quei problemi che Assessori o altri esponenti sbandierano di voler risolvere in modo demagogo salvo poi non avere la minima idea di come farlo”.

“Proprio con l’adesione a “Life Wolfalps” la Regione ha ricevuto 450.000 € stanziati per informare a dovere la cittadinanza colpita e soprattutto intervenire con misure di prevenzione. Che fine hanno fatto quei soldi!? Chi garantirà, in assenza di questi, il supporto ai privati nella prevenzione!?”.

“Finché la gestione dei problemi – attacca ancora la deputata – sarà in mano a questi amministratori inadeguati non c’è da star tranquilli per i residenti dei Parchi. Dichiarano qua e la di voler abbattere il lupo per tutelare i cittadini, quando avrebbero in tasca le risorse per risolvere in modo molto più semplice il problema attraverso la prevenzione, ma non le spendono minimamente”.

“A farci preoccupare ancor di più – insiste la portavoce pentastellata – è il timore che sull’Altopiano di Asiago, proprio alla luce di questa difficoltà da parte della Regione di comprendere e applicarsi, si ripeta la situazione d’emergenza verificatasi in Lessinia, in un territorio più popolato e a rischio, dove le misure d’informazione e prevenzione andrebbero immediatamente attuate, invece di perder tempo con spot propagandistici inutili e demagoghi. Lo stesso Assessore Pan solo pochi mesi fa appariva come il massimo sostenitore del progetto Wolfalps, presentando i risultati positivi ottenuti con la sua applicazione e indicandolo come strada da seguire per una corretta gestione faunistica e delle emergenze, tra le quali proprio la comparsa del lupo sull’Altopiano. Cosa sarebbe dunque cambiato da allora!? Non saranno ancora i giochi di forza interni tra le fila della maggioranza a dover stabilire questioni così importanti e delicate”.

“Abbandonare il progetto Life – conclude quindi Benedetti – significherà perdere fondi preziosi per difendere proprio gli allevatori, e lasciare la gestione del problema, un po come sta succedendo su tutti i Parchi veneti, alla mercé della politica e dell’incompetenza, con esiti assai preoccupanti e pericolosi. Ora che la maggioranza ha deciso di cestinare questo prezioso strumento la smetta di prendere in giro i cittadini veneti e ci spieghi a questo punto come intende risolvere autonomamente il problema”.

 

Lascia un commento