Materne paritarie a Rovigo, Munerato (Fare!): “Fism e parroci chiedono garanzie concrete”

materne“Ancora una volta questa amministrazione ed il sindaco Massimo Bergamin dimostrano la scarsa attenzione alle reali esigenze di Rovigo, in questo caso verso le scuole materne. Per questo unisco la mia voce a quella di parroci e del presidente della Fism che chiedono un impegno formale a stanziare i contributi previsti dalla convenzione con la Fism stessa”.

Non basta, secondo la senatrice di Fare! Emanuela Munerato, la promessa che i contributi per le scuole materne paritarie (160mila euro che nel precedente bilancio previsionale erano stati allocati, non figuranti nel previsionale 2017) arriveranno con l’avanzo di amministrazione 2016: i dubbi sul mantenimento del servizio espressi dalla Federazione delle scuole materne di Rovigo e dai parroci rodigini meritano una risposta concreta che vada al di là delle sole parole.

Si sta parlando – precisa la senatrice – del futuro di 12 scuole convenzionate e di un migliaio di bambini e delle loro famiglie che usufruiscono di un servizio educativo e sociale insostituibile e chi ha l’onere e l’onore di amministrare la città dovrebbe considerarlo una priorità. Per questo mi sento di unire la mia preoccupazione a quella espressa dai parroci, dalla Fism e dai presidenti di gestione delle scuole materne in questione”.

Secondo Munerato “è intollerabile che il sindaco del capoluogo non perda l’occasione di apparire in tv mentre i cittadini debbano alzare la voce per avere delle garanzie concrete sul loro futuro. Garanzie che per il momento sono state date solamente a voce”.

 

About Giorgia Gay

Giornalista professionista, nata sulla carta ma con un'anima social e una passione per le web news

Lascia un commento