Misure contro la processionaria del pino a Piove di Sacco

pinoIl sindaco di Piove di Sacco Davide Gianella ha firmato un’ordinanza per di contenere l’esplosione dell’infestazione del parassita che sta letteralmente infestando molte aree verdi pubbliche e soprattutto private. Una decisione arrivata alla luce delle numerose segnalazioni arrivate agli uffici comunali sulla ripresa della diffusione di questo parassita, infestante piante di aghifoglie come i pini e i cedri.
In questo periodo i bruchi della fase larvale, che scendono dai nidi bianchi sericei verso il terreno, possiedono peli urticanti che, al contatto, possono irritare la pelle, gli occhi e il sistema respiratorio, specie nelle persone e negli animali più sensibili, generando anche reazioni allergiche. Un rischio quindi da non sottovalutare.
Come da non trascurare gli effetti sulla produzione e sopravvivenza delle stesse piante. Il Comune, da parte sua, interviene regolarmente sulle alberature con un’attività di prevenzione ma adesso, viste le circostanze, è stato necessario intimare maggiore attenzione anche ai privati soprattutto quando le aree verdi da loro gestite possono costituire un possibile pericolo per le persone che vi transitano nelle prossimità e per le aree pubbliche confinanti. L’ordinanza dispone che proprietari e amministratori di condomini si attivino per effettuare opportune verifiche e di rivolgersi a ditte specializzate per la disinfestazione.
Non è consigliato il “fai da te” anche perché la procedura più efficace è quella di bruciare i nidi con le larve. Da non commettere neppure l’errore di smaltirli utilizzando il normale circuito di raccolta rifiuti in quanto l’effetto di infestazione aumenterebbe a dismisura. Gli uffici comunali sono comunque a disposizione per tutti i chiarimenti del caso.

Al. Ce.

About Giorgia Gay

Giornalista professionista, nata sulla carta ma con un'anima social e una passione per le web news

Lascia un commento