“Percorsi Actv, servono modifiche per le esigenze dei residenti di Spinea”

autobus_man_lions_city_g_cng_actv_venezia_linea_7I percorsi delle linee urbane Actv di Spinea vanno rivisti. Il servizio ha bisogno di essere incrementato perché la città è cresciuta e cosi le esigenze della popolazione. Alcune zone, infatti, non sono servite dai mezzi di trasporto, come ad esempio la zona della stazione ferroviaria e via Rossignago.
Sarebbe inoltre importante offrire una linea che parta da Mirano e, percorrendo anche Spinea, giunga all’ospedale all’Angelo di Mestre, un ospedale molto frequentato dai residenti, non solo per le visite di controllo.

“La città cresce e le esigenze cambiano, e per questo sto studiando un progetto da proporre all’amministrazione comunale – dice il consigliere comunale Mauro Armelao. Alcuni percorsi delle linee urbane Actv, devono essere rivisti, in modo da poter raggiungere zone di Spinea che ora non sono collegate al servizio. Quello che vorrei proporre, in sintesi, ma ripeto è in via di definizione, è di far transitare la linea 7 su via Rossignago, percorrendo via Gioberti in modo da prestare servizio anche in quella via di Spinea che ha molte abitazioni. In seguito prevedere che la linea 7, diretta a Venezia, transiti per viale Sanremo mentre di ritorno, verso il Villaggio dei Fiori, il bus entri da viale Viareggio”.

Lo studio del consigliere Armelao, valuta la linea Mirano-Venezia e viceversa, per far passare i mezzi nella zona della stazione, cosi da disincentivare l’utilizzo dell’autovettura per recarsi alla stazione. Questi due correttivi sicuramente sarebbero graditi dalla cittadinanza, così come il collegamento con l’ospedale all’Angelo di Mestre, una linea che sarebbe utilizzata dai lavoratori dell’ospedale e dai cittadini che potrebbero usare comodamente i mezzi pubblici.

“Al termine dello studio proporrò, mediante un’interrogazione scritta, queste modifiche di percorso, e l’istituzione di questa nuova tratta – conclude Mauro Armelao. Credo che, se tutti faremo la nostra parte, qualcosa di concreto si potrà fare, dovremo chiedere ad Actv di venire incontro alle esigenze dei cittadini. Questione di volontà in primis. Staremo comunque a vedere cosa risponderà l’amministrazione quando sarà discusso questo progetto di modifica. In passato l’amministrazione aveva già glissato l’argomento, ma ora mi auguro che prevalga il buon senso da parte dei soggetti coinvolti”.

Roberta Pasqualetto

About Giorgia Gay

Giornalista professionista, nata sulla carta ma con un'anima social e una passione per le web news

Lascia un commento