Ulss 6 Euganea Conselve: al via i lavori di ristrutturazione al terzo piano del Monoblocco

monoblocco-ulss-6L’Ospedale di Conselve è punto di riferimento territoriale per le attività di riabilitazione e recupero funzionale, confermato anche dalle recenti assegnazioni regionali nella prevalente funzione riabilitativa”.

Dopo i dubbi e le polemiche del passato l’Ulss 6 Euganea conferma il ruolo della struttura sanitaria conselvana e annuncia alcuni nuovi interventi al Monoblocco e anche all’area esterna per migliorare la sicurezza e anche l’accesso al parcheggio ai mezzi autorizzati e a quelli di servizio. Una delle novità riguarda appunto i lavori che interesseranno un piano occupato dalla riabilitazione e l’uso di un altro spazio già ristrutturato.

“Il terzo piano del Monoblocco – proseguono i vertici sanitari – dove si svolge l’attività dell’Uoc Recupero e Riabilitazione Funzionale, sarà oggetto a breve di una ristrutturazione completa della pavimentazione, già programmata e organizzata dal Servizio Gestione Tecnica del Patrimonio. Ciò avverrà a seguito del trasferimento temporaneo dei degenti, delle attrezzature e del personale operativo presso il 5°piano, già adeguatamente predisposto sotto il profilo tecnico impiantistico ad accogliere la struttura”.

Per quanto riguarda la dislocazione dei servizi, proseguono i responsabili dell’Ulss, attualmente, al piano seminterrato ospita alcune specialità ambulatoriali, mentre al primo piano si trovano le palestre e gli studi dei medici e una sede dell’Unità Operativa Complessa del Laboratorio Analisi. Il terzo e quarto piano sono invece occupati dai letti delle degenze per la Riabilitazione e Recupero Funzionale. Per ora dunque il reparto di Riabilitazione non è ancora a pieno regime, nonostante i numerosi annunci, perché mancano alcune decine di posti letto ma, come hanno messo in luce i sindacati, a mancare è anche il personale. C’è poi la questione sicurezza nell’area esterna e lungo il perimetro dell’ospedale.

“La recinzione delimitante l’area, che si affaccia su via Fossalta, è costituita da pannellature in cemento precompresso, – ricorda l’Ulss – inserite nel terreno e stabilizzate su getto di calcestruzzo, oggetto di manutenzione semestraleper riparare gli sgretolamenti che si verificano a causa delle sollecitazioni dovute dal passaggio degli autoveicoli. All’interno di un intervento più ampio di rifacimento della viabilità e delle aree di sosta programmato a breve, è stata pianificata anche la risistemazione completa della struttura perimetrale per renderla ancora più funzionale alle necessità statiche e logistiche”. In molti infine hanno sottolineato la chiusura dell’obitorio.

“Da alcuni mesi il servizio mortuario è espletato esclusivamente presso la Struttura Ospedaliera Madre Teresa di Calcutta di Schiavonia, – conclude l’azienda sanitaria padovana – appositamente predisposti al ricevimento e sosta delle salme, assicurando dignità alla morte e locali adeguati per i familiari dei defunti”.

About Giorgia Gay

Giornalista professionista, nata sulla carta ma con un'anima social e una passione per le web news

Lascia un commento