Vigodarzere: minibus al posto del treno, proteste fra i pendolari

vigodarzere-stazioneCrescono le polemiche e i disagi tra numerosi pendolari in seguito alla decisione di sostituire con un minibus l’ultimo treno serale in partenza da Padova alle 22.46, diretto a Montebelluna, che tocca per prima proprio la stazione di Vigodarzere, seguita da quelle di Campodarsego, S.Giorgio delle Pertiche, Camposampiero, Castelfranco fino a Montebelluna.

Il minibus può trasportare 25 persone. A scendere sul piede di guerra i tanti pendolari. Gli utenti hanno preso carta e penna e hanno scritto all’ufficio competente della Regione. Il responsabile ha peraltro risposto subito a tutti gli utenti spiegando che la decisione di sostituire l’ex treno regionale numero 11154 con sostituito da un minibus, è scaturita a seguito di due rilevazioni sul numero dei passeggeri trasportati. Le indagini a campione hanno riguardato, nello specifico, i mesi di marzo e novembre 2016. I numeri hanno evidenziato, in entrambi i casi, come la quantità massima di persone che avevano utilizzato quel treno, in due mesi differenti, fosse di 25. Davvero troppo pochi per mantenere in vita un treno con un determinato numero di carrozze, un macchinista e due capitreno. Ovvio che la risposta della Regione non sia stata per nulla gradita ai viaggiatori. Tra questi anche molti lavoratori pendolari residenti sia a Vigodarzere che tornano a casa a tarda sera per fine turno. “Rivogliamo il nostro treno” è la risposta secca e perentoria di tanti viaggiatori.

La scelta della Regione si starebbe rivelando, tra l’altro, anche poco vantaggiosa per una serie di problemi: in base al contratto che Trenitalia ha sottoscritto proprio con la Regione Veneto, nei casi in cui a prendere il bus ci siano più di 25 passeggeri, questi ultimi devono essere accompagnati in taxi. Con ulteriori disagi. E negli ultimi mesi sarebbe successo più volte.

Nicoletta Masetto

 

Lascia un commento