Home Rodigino Delta Ariano, continua l’itinerante “Rural Lab Festival”

Ariano, continua l’itinerante “Rural Lab Festival”

Ha preso il via lo scorso 22 aprile a Ca’ Vendramin “Rural Lab festival. La rassegna di eventi itineranti culturali e artistici è ideata dalle associazioni “Città Invisibili” e “Città della Musica”, sostenuta dalla Fondazione Cariparo nell’ambito del bando Culturalmente e in collaborazione con i Comuni di Ariano Polesine e Taglio di Po.

“Scopo del progetto – commenta Barbara Pregnolato, presidente di Città Invisibili – è quello di innescare nuove dinamiche territoriali grazie all’intervento di giovani artisti, quali generatori di nuove forme di valorizzazione di tradizioni e paesaggi del Delta. Attraverso i linguaggi della contemporaneità dati dalla musica, dalla land art, dell’architettura ecologica e dell’arte ceramica la chiave sarà la contaminazione fra tradizione locale, arte contemporanea e paesaggio”.

Sarà accessibile fino al 28 maggio, nella splendida location di Ca Vendramin, il lavoro fotografico di William Guerrieri, con “New Lands”, al quale hanno partecipato anche dodici fotografi. Tra le varie iniziative del calendario itinerante, sarà realizzata la prima residenza d’artista con l’italo-greco Aris Marakis, che realizzerà una sua opera con l’argilla del Po nel borgo di Grillara. Nell’occasione Marco Zauli presenterà alla sala della cultura di Ariano le opere ceramiche del padre Carlo, presenti nelle chiese di Grillara e Oca Marina.
Un evento che preannuncerà la mostra dell’artista che verrà allestita nel Museo di San Basilio dal 2 settembre al 1 ottobre. Grillara lab prevederà anche una sperimentazione musicale fra le sonorità delle ocarine e la musica digitale di Mattia Dallara, che si esprimerà in un concerto-performance di musica elettronica il prossimo 17 giugno.

Guendalina Ferro

Giorgia Gay
Giornalista professionista, nata sulla carta ma con un'anima social e una passione per le web news

Le più lette