Cavarzere, “Una vetrina per il Maestro”: i negozi ricordano Tullio Serafin

È stata un’iniziativa del tutto originale per commemorare il maestro Tullio Serafin, quella proposta dalla Pro Loco di Cavarzere, insieme al Circolo Amici di Tullio Serafin e a Cavarzere C’è, in occasione della ‘Settimana Serafiniana 2017’. Con il concorso ‘Una vetrina per il Maestro’, i titolari di esercizi commerciali all’interno del territorio comunale hanno potuto contribuire a coinvolgere l’intera città nel melodioso vortice della memoria, allestendo per l’intera durata della ‘Settimana Serafiniana’ le loro vetrine con un richiamo alla vita del grande direttore d’orchestra Tullio Serafin.
Nato a Rottanova nel 1878 e morto a Roma nel 1968, durante la sua carriera il maestro ebbe modo di lavorare nei più prestigiosi teatri italiani e internazionali, dalla Scala all’Opera di Roma, al Teatro Metropolitan di New York. Le vetrine dei concittadini che hanno desiderato onorare la sua memoria sono state valutate da una giuria formata dagli organizzatori del progetto.
I quali hanno eseguito dei sopralluoghi senza preavviso presso gli esercizi commerciali aderenti con l’obiettivo di individuare le tre vetrine più belle, premiate domenica 30 aprile nella hall del Teatro Tullio Serafin con una targa e pubblicizzate con articoli e fotografie sui giornali locali e siti web.
Prima classificata la Farmacia Menini, al secondo posto il negozio Tempo di moda di Francesca in via dei Martiri, seguito da Pavanato Global Service, sempre in via dei Martiri.
Il premio social è stato assegnato all’agenzia di viaggi Soffio di mare in via dei Martiri. Il premio Istituto Comprensivo è stato invece attribuito a Sailor abbigliamento in via Roma. Pedrina Elettrodomestici, in Corso Italia, si è invece aggiudicato il premio stampa, mentre il premio speciale Università Popolare è andato a Crema e Cioccolato in via Roma. Numerosi anche gli attestati di merito: dall’enoteca Vino Più in Corso Europa, premiata per l’originalità dell’allestimento; alla fioreria Creazioni Floreali, in via Roma, che si è distinta per la ricerca e la cura dei dettagli; al Temoporary shop, in Corso Italia, unico per la raffinatezza dell’allestimento.

“È stato difficile scegliere, tante le proposte e tantissime meritevoli di considerazione – dichiara la Pro Loco –. Si è premiato chi ha ricevuto più consensi dai giurati evitando le sovrapposizioni. Auspichiamo che questa iniziativa sia la premessa per ulteriori collaborazioni e supporti reciproci poiché anche questa bella esperienza ha insegnato che insieme si può”.

Margherita Bertolo

About Giorgia Gay

Giornalista professionista, nata sulla carta ma con un'anima social e una passione per le web news

Lascia un commento