Lavori temporanei per disoccupati a Fossò

Il Comune di Fossò aderisce nuovamente al Progetto Lavoro. Dopo l’esperienza positiva del 2014 e 2015, Fossò ha aderito a una nuova edizione del “Progetto Lavoro”, cofinanziato dalla Regione Veneto con le risorse del “Programma Operativo Regionale Fondo Sociale Europeo 2014-2020. Asse II Inclusione Sociale. Obiettivo tematico 9. – Promuovere l’inclusione sociale e combattere la povertà e ogni discriminazione”. Nelle scorse edizioni l’amministrazione comunale aveva inserito in lavori temporanei alcuni cittadini over 35 disoccupati e privi di ammortizzatori sociali.

“Abbiamo deciso di cogliere questa opportunità per dare una risposta lavorativa e non assistenziale a persone svantaggiate nel mercato del lavoro – dice l’assessore ai servizi sociali, Barbara Corrò – contrastando la disoccupazione di lunga durata con l’impiego temporaneo e straordinario in lavori di pubblica utilità”.

Il progetto interesserà tre persone residenti nel Comune di Fossò, che saranno individuate tramite apposito avviso e selezione dalle cooperative o partner, che gestiranno il rapporto di lavoro, da impiegare per sei mesi con un impegno orario settimanale di 20 ore in lavori di pubblica utilità. L’esperienza lavorativa dovrà essere attinente a servizi di competenza comunale, quali ad esempio riordino di archivi, o recupero di lavori arretrati di tipo tecnico o amministrativo, valorizzazione di beni culturali, custodia e vigilanza d’immobili, impianti e luoghi pubblici, cura del verde pubblico, attività di abbellimento urbano, assistenza anziani. I costi saranno finanziati per la maggior parte dalla Regione Veneto con i fondi del programma regionale del Fondo Sociale Europeo 2014-2020, mentre il Comune finanzierà il progetto con un importo di almeno 1.750 euro per ogni percorso lavorativo attivato.

“Crediamo e vogliamo investire ancora una volta sul Progetto lavoro – conclude l’assessore – intendiamo favorire lo sviluppo di percorsi d’integrazione e inserimento lavorativo a favore di nostri cittadini in situazione di disagio sociale ed economico, oltre che di emarginazione dal mercato del lavoro”. Insomma una buona iniziativa che permetterà di dare un impiego temporaneo a persone socialmente svantaggiate.

Roberta Pasqualetto

About Giorgia Gay

Giornalista professionista, nata sulla carta ma con un'anima social e una passione per le web news

Lascia un commento