Mira: la carica dei candidati consiglieri, 12 liste per 24 posti nel parlamentino

Nelle liste tante conferme e qualche sorpresa. Tanti i nomi “noti” messi in rilievo dalle stesse formazioni e dai candidati sindaci. Sarà comunque una vera e propria marea di candidati consiglieri, circa 260 per 12 le liste, che potranno avere al massimo 24 candidati ciascuna, quella che correrà al primo turno alle comunali di Mira. Le formazioni in campo hanno cercato di dare rappresentanza territoriale alle 7 frazioni, e cioè Mira Taglio (il capoluogo), Oriago, Mira Porte, Gambarare, Malcontenta, Borbiago e Marano.
All’interno della campagna elettorale ufficiale, quella cioè dei candidati sindaci, ci sarà così anche la battaglia delle preferenze. In queste settimane si sono diffusi “centri di ascolto dei cittadini” che poi sono vere e proprie sedi dei partiti, e tanti gazebo.
Nel Movimento 5 Stelle che sostiene Elisa Benato, il rinnovamento è completo. Confermati solo 3 consiglieri uscenti e fra questi tre in caso di vittoria, il consigliere uscente Michele Pieran farà il vice sindaco.
Con una novità, tutti i consiglieri a differenza della volta precedente, sono residenti a Mira. A sostegno di Marco Dori, nel Pd spiccano conferme. Capolista il segretario Giorgio Zapparoli, e corrono i consiglieri uscenti Gabriele Bolzoni, Maurizio Barberini, Francesco Sacco, e poi l’ex segretario del partito Albino Pesce. Nella lista collegata “Gente di Mira” capolista Vanna Baldan, ci sono fra i nomi noti, Alfeo Babato rappresentante di Federconsumatori di Riviera e Miranese e Roberto Poli del comitato Utenti Actv della Riviera.
Capolista di “Noi Domani” invece è il consigliere comunale uscente Fabio Zaccarin. Nella lista personale del candidato sindaco Dori, tanti giovani. Nel centrodestra che sostiene la Trevisan, nella lista “Antonella Trevisan sindaco”, il capolista è Paolo Lucarda noto impresario funebre, non mancano medici come Mauro Marzola, esercenti conosciuti in paese come Graziano Scantamburlo e Loris Simionato.
Stessa coalizione, nella lista “Uniti per Mira” in cui è confluito anche il gruppo “Destra a Mira” con Enrico Carlotto, il capolista è invece il segretario di Forza Italia locale Jacopo Carraro. Dentro due storici esponenti di Forza Italia come Eugenio Pasqual e Mario Morara. Per la stessa coalizione, la Lega Nord candida a capolista il segretario Stefano Deppieri. Con l’ex sindaco Roberto Marcato corrono invece medici, commercianti, il maestro karateka Mauro Mion e l’ex vigile urbano del Comune di Mira Maurizio Mercandoro.
È Mattia Donadel invece, consigliere uscente di “Mira fuori dal Comune“ il capolista di “Mira in Comune“ che appoggia la candidatura di Lavinia Vivian. Corrono qui anche Sabrina Vian, segretaria di Rifondazione Comunista, il segretario di Sel Paolo dalla Rocca e l’ex segretario del Pd Nico Narsi ora civatiano ed esponente locale del gruppo “Possibile”.
Infine la lista “Prima il Veneto” candida operai insegnanti e piccoli imprenditori, legati al territorio.

Alessandro Abbadir

About Giorgia Gay

Giornalista professionista, nata sulla carta ma con un'anima social e una passione per le web news

Lascia un commento