Mirano: Giancarlo Volpato, una storia di coraggio, lunga 20 anni

“Non avrei mai creduto che la mia storia potesse essere raccontata in un libro. Ora però ho capito che qualcosa da raccontare ce l’ho anch’io”. Giancarlo Volpato segna un’altra meta importante: un libro per raccontare la sua storia e quella de “La Colonna”, l’associazione da lui fondata l’indomani del grave incidente di gioco che l’ha reso tetraplegico, oggi punto di riferimento per le lesioni spinali in Italia.
‘Così come sono’, il titolo del suo primo libro, è stato prima presentato alla stampa a Roma, nella sala conferenze dello stadio Olimpico alla vigilia dell’incontro Italia-Francia del Sei Nazioni di rugby, poi nella sua Mirano, al ristorante ‘Oca bianca’, il mese scorso. Ma cos’ha da raccontare Volpato? Forse solo la sua vita o meglio, le sue due vite. Quelle divise da quel 21 novembre 1993, alla prima mischia della partita di rugby Bassano-Mira, quando Giancarlo si lesionò la quarta e quinta vertebra cervicale. Vide le braccia cadergli in avanti, le gambe cedere come se non fossero le sue. Restò per settimane in prognosi riservata e dopo quasi un anno fu dimesso con parole terribili: “Chi è così, resta così. Puoi solo piangere”.
Ma 23 anni dopo Giancarlo vuole raccontare al mondo una storia diversa: “Così come sono”, scritto insieme a Simone Battaggia, è il racconto in prima persona della sua ribellione a quella sentenza.
È la cronaca di un viaggio lungo più di vent’anni, passato per stati d’animo opposti (disperazione e attesa, rabbia e riscatto) e approdato alla coscienza che c’è sempre qualcosa per cui lottare, anche in una condizione “che non si augura neppure al peggior nemico”.
Si chiama speranza e ha portato alla nascita de ‘La Colonna’ la onlus che promuove la ricerca sulle lesioni spinali e il miglioramento della vita di chi ne è rimasto vittima. A “La Colonna” verranno devoluti tutti i diritti d’autore del libro, la cui copertina è stata disegnata dal fumettista Disney Giorgio Cavazzano.

Filippo De Gaspari

About Giorgia Gay

Giornalista professionista, nata sulla carta ma con un'anima social e una passione per le web news

Lascia un commento