Porto Viro: presa da raptus tenta di uccidere il marito

Arrestata ieri mattina a Porto Viro dai Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Adria P. P., nata nel 1934, del posto, per tentato omicidio nei confronti del marito di 81 anni.

Alle 07.15 di ieri, l’83enne di Porto Viro, con un coltello da cucina, ha sferrato nei confronti del marito, probabilmente mentre riposava, due coltellate all’interno della bocca, provocandogli profonde ferite interne. La donna, dalle prime ricostruzioni avrebbe agito per futili motivi, verosimilmente dovuti al non riuscire più ad accudirlo, in quanto l’uomo era malato da un paio di anni ed aveva problemi di deambulazione.

Dopo le coltellate l’83 enne ha poi prima pulito il coltello nel lavandino della cucina e successivamente ha messo le federe del cuscino sporche di sangue nella lavatrice, per lavarle e cancellare ogni traccia. All’arrivo del figlio della coppia, che si presentava tutte le mattine per curare il padre, la donna ha immediatamente confessato al figlio quello che era successo. Il figlio ha capito subito la gravità del gesto ed ha quindi chiamato il 118 prima e i carabinieri dopo. All’arrivo dei carabinieri la donna ha di nuovo ammesso le sue responsabilità.

La donna, vista l’età e l’incompatibilità con il regime carcerario, è stata tratta in arresto ma presso la sua abitazione.

Lascia un commento