Allarme incendio al capannone Veritas: densa nube di fumo nero a Porto Marghera

Grave incendio nell’impianto Ecoricicli Veritas a Fusina. Avvolto dalla fiamme da questa mattina alle 10, il capannone è distrutto, danni ingenti. L’incendio si è limitato al capannone e non si è propagato oltre. A scatenare il rogo sarebbe del materiale incandescente uscito dal trituratore che una volta depositato sui cumuli di materiale ancora da trattare ha preso fuoco. L’impianto antincendio si è subito attivato ma non ha placato le fiamme. Illesi gli operai che lavoravano nel capannone.

Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco e le altre autorità e l’Arpav.  L’amministrazione comunale di Mira si è subito allertata e il sindaco è in contatto con i vigili del fuoco. Per precauzione questa mattina il sindaco ha raccomandato alla popolazione di tenere le finestre chiuse. Uno specifico avviso di allerta è stato inviato pure alle scuole. Intanto la grande nube di fumo nero è visibile da chilometri di distanza e sta arrivando anche nel miranese e nella riviera.

Ore 11.45. Le squadre dei Vigili del Fuoco accorse sul posto hanno potuto accertare che l’incendio è circoscritto al capannone in cui vengono depositati i rifiuti ingombranti, come ad esempio i materassi e i mobili di legno. Dalle rilevazioni Arpav non emergono pericoli per la popolazione.

Ore 12.15 “I tecnici Arpav comunicano che l’incendio è sotto controllo da parte dei Vigili del fuoco. Al momento non si registra nessuna evidenza di ricadute in aree circostanti – fa sapere alle 12.15 il Comune di Venezia attraverso una nota – . Non si ravvisa la necessità di adottare comportamenti particolari”.

About Giorgia Gay

Giornalista professionista, nata sulla carta ma con un'anima social e una passione per le web news

Lascia un commento