Rovigo, a Commenda Est regna il degrado

“Fare acqua da tutte la parti” non si tratta solo di un’espressione idiomatica se parliamo dello stato in cui versa la Commenda Est e, in particolare, via della Costituzione. “Un vero e proprio colabrodo – raccontano alcuni residenti della via -, basta una pioggia un po’ più insistente e la strada diventa inagibile. Per non parlare della presenza di topi e scarafaggi, tutti provenienti dal cantiere abbandonato qui di fronte”.
Sul limitare di via della Costituzione, infatti, sorge imponente un cantiere fermo ormai da 3 anni perché sotto sequestro. “Un cantiere un po’ troppo trascurato – spiega il neoeletto presidente del comitato per la Commenda, Alberto De Piccoli -. L’erba la tagliano in casi eccezionali e questo attira l’attenzione degli animali e degli insetti della vicina campagna, anche questa lasciata in un completo stato di abbandono. Spesso ci troviamo a dover sollecitare l’intervento della ditta proprietaria affinché si attivi per la manutenzione necessaria ad una sana vivibilità”.
“In via Leopoldo Baruchello – interviene il residente Orlando Astolfi – l’erba è sempre alta ed è entrato quasi nella normalità il vedere topi e bisce girare tranquillamente nella zona, oltre alle numerosissime zanzare”.
“La mancanza di manutenzione della strada e del verde pubblico non fa che aumentare il grado di degrado di tutta l’area – spiega Antonello Travaglini -. Posso tranquillamente confermare che quando piove si formano laghi ovunque, perché anche i tombini sono intasati. Ci vuole più attenzione da parte dell’amministrazione comunale”.
“Per non parlare dei rifiuti lasciati in giro – aggiungono Franco Gardinale, Lino Borgato e Franco Indani -. Mancano gli spazzini di una volta”.
“Parco Cibotto ormai è ricoperto in parte dalla vegetazione – evidenzia  Michela Guerrato – e mancano le porte dove ci sarebbe un piccolo campo di calcio. Anche piazzetta Cepol meriterebbe più attenzione, da anni in totale abbandono”.
Serena di Santo

Lascia un commento