Curtarolo, i genitori: “Niente trasporto scolastico: almeno dateci più parcheggi”

A dare voce al loro disappunto è il consigliere di opposizione, nonché rappresentante del consiglio dei genitori della frazione Pieve, Mirco Savio. “Per noi la soppressione del trasporto scolastico è stata per principio una scelta sbagliata. –accusa- I risparmi effettivi risultano piuttosto ridotti: per poco più di 30mila euro tagliati per i pulmini scolastici, ne abbiamo spesi almeno 10mila per affidare a una cooperativa l’organizzazione della sua alternativa”.

Mentre nel contempo l’aumentato numero di veicoli ha accresciuto di conseguenza il via vai e la confusione. Soprattutto di fronte alle elementari di Pieve, aggiunge Savio, perché la strada di accesso all’edificio è stretta. E il “casino” può diventare per qualcuno causa di maggiori rischi per gli scolari. Al che replica il sindaco Fernando Zaramella: “Per quest’anno l’introduzione del Car pooling non ha portato grandi risparmi, è vero. Ma nel medio e lungo termine otterremo parecchie economie di scala. Ricordo, inoltre, che è un’importante stimolo per riscoprire le relazioni e lo spirito di collaborazione”.

D’accordo, ma se il problema intanto rimane? “Le caratteristiche di via Monte Pasubio, la strada che porta al plesso, sono quelle. E per creare nuovi posteggi non possiamo certo abbattere le recinzioni delle case vicine. In ogni caso non la farei tanto tragica: vediamo disagi soltanto nei dieci minuti prima e dopo la fine delle lezioni. Ma è così in qualsiasi scuola”.

Roberto Turetta

Commenti

commenti

Lascia un commento

Site created by ElectricSheeps.com - IT Solution & Web Design