Il Comune di Chioggia all’Anas: nuovo tracciato della Romea senza passare per le frazioni

Il Comune di Chioggia propone all’Anas di studiare una variante per la Romea, per meglio adeguare le esigenze dei cittadini agli sviluppi legati al futuro viabilistico di rilevanza internazionale. La Statale 309, parte della Europea 55, che collega la città svedese Helsingborg al comune greco Kalamáta, trova nel comune clodiense uno scoglio importante in quanto, nel suo tracciato di pertinenza amministrativa, risiedono numerose problematiche specificatamente relative alla sicurezza e all’efficienza dell’arteria.
Risalente agli anni Sessanta, l’attuale Romea è ormai del tutto inadeguata a sopportare la mole di traffico odierna. Strada strategica in ambito europeo, richiede un ormai improcrastinabile intervento di messa in sicurezza e di ampliamento. Facile a dirsi ma difficile da realizzarsi, si discute ormai da decenni su quale sia la strategia più consona per migliorare l’arteria, tenendo prevalentemente conto della necessità cogente di porre in atto il più appropriato intervento che consenta quantomeno il miglioramento delle condizioni di sicurezza.
L’amministrazione comunale ha formalmente proposto all’Anas la realizzazione di un tracciato alternativo che, partendo dai pressi del Km 79,800 della Statale e proseguendo verso Ovest, attraversi Canal di Valle e prosegua verso nord fino al ponte in località Ca’ Pasqua, interconnesso all’attuale strada provinciale Gorzone.
Il progetto — come spiega una nota della giunta —sottoposto dal Comune all’attenzione di Anas, prosegue parallelamente al fiume Brenta seguendo un nuovo tracciato, in direzione ovest, fino a congiungersi alla strada regionale 105, in prossimità della Monselice Mare.
“L’Amministrazione — si legge in un nota — pone molta attenzione su questo tema ed è pronta ad ascoltare anche i cittadini e i rappresentanti dei Comitati nello spirito di condivisione che da sempre nel contraddistingue l’operato”.
Il primo cittadino, Alessandro Ferro, si è soffermato sulla necessità di fare sinergia con la spa pubblica che gestisce la rete stradale italiana.
“Siamo — rivela il primo cittadino — ancora in attesa da Anas di avere riscontro circa la variante da noi proposta”.
Il Comune ha ribadito la necessità della messa in sicurezza della statale, ma non ha mancato di ricordare le esigenze di un territorio strutturato e diversificato come quello della città di Chioggia, facendo presente che l’attuale tracciato della Romea attraversa diverse frazioni nel territorio comunale.
“L’Amministrazione — conclude la nota del Comune — è comunque a disposizione per discutere ed analizzare ogni tipo di proposta di variante che possa risolvere il conosciuto e tristemente noto problema della sicurezza della Romea”.
Andrea Varagnolo
>andrea.vara@hotmail.it<

Commenti

commenti

Lascia un commento

Site created by ElectricSheeps.com - IT Solution & Web Design