lunedì, 6 Febbraio 2023

ASCOLTA L'ULTIMO NOTIZIARIO

Banner edizioni
HomeVenezianoMiranese NordIlnor, cassa integrazione per un anno a Scorzè

Ilnor, cassa integrazione per un anno a Scorzè

Banner edizioni

Ci sono voluti oltre due mesi per trovare un’intesa per Ilnor di Scorzè, dall’8 maggio incorporata a Eredi Gnutti Metalli di Brescia. Un accordo dove ci hanno lavorato azienda, Fiom Cgil e Fim Cisl e che riguarda i 91 dipendenti della fabbrica. In sostanza, è stato concesso un anno di cassa integrazione straordinaria, a cui è stato aggiunto un incentivo mensile. Lo stesso incentivo varrà per chi volesse uscire subito; se un operaio, però, dovesse staccarsi da Ilnor più avanti, avrà sì il sostegno economico spettante ma gli sarà tolto quello ricevuto in più di mese in mese. Chi si trasferirà in Lombardia, avrà lo stesso un aumento salariale per sostenere la trasferta; in questo caso, il numero è ancora sconosciuto in attesa di capire le intenzioni di ciascuno quando si firmeranno gli accordi individuali. E sul futuro dei capannoni di Gardigiano? Gli impianti resteranno fermi e non saranno toccati per un semestre, in modo da permettere al consulente di trovare un imprenditore in grado di acquistare la fabbrica. Va ribadito, però, che il marchio Ilnor rimarrà in orbita Eredi Gnutti Metalli e, di conseguenza, di rileverà l’azienda, dovrà dargli un altro nome. I prodotti e le conoscenze rimarranno ed era quello che nelle scorse settimane si auguravano gli operai. Dunque si chiude una vicenda durata più di due mesi, fatta di proteste, incontri, cortei, con la politica e le autorità religiose al fianco dei lavoratori. Quattro i fatti salienti di questa primavera: l’arrivo del vescovo di Treviso, monsignor Gianfranco Agostino Gardin, il presidente della decima commissione alla Camera dei Deputati che si occupa di Attività produttive, Commercio e Turismo Guglielmo Epifani lasciato fuori dai cancelli, il conseguente Consiglio comunale aperto davanti alla fabbrica sulla Moglianese e il blocco degli ingressi dei lavoratori all’arrivo dei camion da Brescia per prelevare il materiale. Insomma, si sono limitati i danni di una situazione esplosiva dal punto di vista sociale.

Alessandro Ragazzo

Banner edizioni
Banner edizioni
Banner edizioni

Le ultime della provincia di Venezia

Banner edizioni
My Agile Privacy
Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione. Cliccando su accetta si autorizzano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su rifiuta o la X si rifiutano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su personalizza è possibile selezionare quali cookie di profilazione attivare.
Attenzione: alcune funzionalità di questa pagina potrebbero essere bloccate a seguito delle tue scelte privacy