Home Padovano La Saccisica impara a fare turismo

La Saccisica impara a fare turismo

Fare incontrare le forze attive che operano nel territorio, che vogliono far sistema e superare l’individualità. E’ stato questo il senso di “SaPERfare Turismo. Destinazione Saccisica”, l’evento che si è tenuto a maggio in villa Roberti. La giornata è stata organizzata dall’associazione ViviLa Villa Roberti, e sostenuta dai comuni di Piove di Sacco e Brugine, con il patrocinio di Regione, Provincia, Centro Internazionale Studi Economia del Turismo, Associazione Ville Venete e i comuni aderenti all’Ipa della Saccisica.
Cultura, turismo e sviluppo sostenibile sono le parole chiave che hanno stimolato il team dell’associazione a ragionar a più voci per la progettazione condivisa di un’identità territoriale e di un’offerta turistica in Saccisica.
Si è inteso, in particolare, focalizzare l’attenzione su un turismo connesso al concetto di “qualità della vita”, “buon vivere” inteso nelle sue connotazioni di relax, quiete, armonia con la natura e contemplazione della bellezza, come componente di “benessere” legato alle produzioni agricole di qualità, al rispetto per l’ambiente e il paesaggio, al recupero degli ingredienti e delle ricette della tradizione che il territorio offre.
“Villa Roberti – ha osservato la curatrice Alessandra Vedovato – è diventata per una mattina il luogo nel quale gli attori del turismo hanno potuto incontrarsi e relazionarsi: istituzioni, operatori turistici, agriturismi, ristoranti, B&b, musei, associazioni per la valorizzazione del territorio, produttori locali e studenti delle scuole ad indirizzo turistico”.
“Il Comune di Piove di Sacco – ha detto l’assessore piovese Luca Carnio – partecipa attivamente a questa iniziativa, convinto che la parola turismo possa rappresentare un trend di crescita del nostro territorio, puntando non solo sulla valorizzazione dei prodotti tipici, ma anche sulle attività economiche presenti”.
L’appuntamento ha voluto essere il primo tassello di una progettualità più ampia, che punta alla formazione e alla crescita delle persone che lavorano nel turismo, offrendo anche un programma di incontri di approfondimento. A partire dal mese di settembre è previsto infatti un ciclo di Workshop per apprendere strumenti, esperienze e buone pratiche turistiche per lo sviluppo economico locale.
“L’aggiornamento – ha concluso Maria Claudia Crivellaro, altra curatrice e guida turistica – è fondamentale nel settore del turismo, allo scopo di migliorare la qualità dei servizi offerti e aumentare la competitività del territorio”.

Alessandro Cesarato
>ale.cesarato@gmail.com<

Le più lette