Home Padovano Padova Est Noventa, Baskin: una squadra mista di pallacanestro, nel segno dell’inclusione

Noventa, Baskin: una squadra mista di pallacanestro, nel segno dell’inclusione

Partirà definitivamente con la prossima stagione il progetto baskin della Pallacanestro Noventa. Si tratta di una nuova attività sportiva che si ispira al basket, ma è stata reinventata per coinvolgere in un’unica squadra persone normodotate e con handicap. Baskin riunisce insieme le parole ‘basket’ e ‘inclusione’. È una disciplina che permette la partecipazione attiva di giocatori con qualsiasi tipo di disabilità, sia fisica che mentale, anche grave.

E che contempla anche la presenza di soggetti con età e sesso differenti. Alberto Pilotto, allenatore e responsabile del minibasket Noventa, così racconta “fino ad oggi ci siamo limitati ad una fase di sperimentazione per capire se era possibile formare una squadra di baskin. Ora che abbiamo oltre una decina di persone presenti, contiamo di iniziare gli allenamenti dalla prossima stagione e pensiamo anche di poter partecipare a un vero e proprio campionato”.

Questo sport è composto di dieci regole appositamente studiate. Prevede due postazioni aggiuntive di canestri con due nuove aree ad altezza di metà campo, spazi ad hoc, ruoli in relazione alle capacità personali che permettono a ciascuno di esprimere il meglio di sé. Esiste una classificazione di giocatori che si confrontano con altri dalle capacità simili. Ognuno concorre al risultato finale diventando determinante per la vittoria. Oltre al baskin, alla Pallacanestro Noventa, esistono diverse squadre di atleti.

Si allenano più di dieci categorie che partecipano a campionati provinciali e regionali; ne fanno parte bambini e ragazzi dai cinque anni in su, tra cui due squadre femminili. “Speriamo per settembre di poter formare una terza squadra di ragazze, la stiamo promuovendo in particolare per le giovani degli anni 2007 e 2008” sottolinea Pilotto. Possibile anche far giocare a basket i bimbi più piccoli, dai 4 anni in su, grazie ai programmi di baby basket. L’associazione promuove poi partecipazioni a tornei locali e nazionali. Come quello che si è appena tenuto a inizio giugno, quattro giornate dedicate a Massimo Mazzetto, grande atleta prematuramente scomparso. Protagonisti i ragazzi di prima media, classe 2005.

La Pallacanestro Noventa ha sede nella palestra comunale Mazzetto in via XXV Aprile, dietro la biblioteca. Dal 1967 è affiliata alla Federazione Italiana Pallacanestro. Insomma una società che unisce i risultati agonistici all’inclusione sociale delle persone meno fortunate. In questo modo soprattutto non si creano nel caso del baskin squadre separate fra ragazzi normali e quelli disabili, ma tutti possono giocare insieme per far vincere i propri colori.

Eliana Camporese

Le più lette