Logo testata di vicenza

Home Padovano Padova Est Ponte San Nicolò, torna la paura per le piene del Bacchiglione

Ponte San Nicolò, torna la paura per le piene del Bacchiglione

Da qualche settimana i cittadini sannicolesi hanno sul telefonino, sempre a portata di mano, la misura del livello del fiume che attraversa il loro Comune. L’ultima piena potenzialmente pericolosa del Bacchiglione risale al 17 maggio 2013, quando il disgelo primaverile e le piogge eccezionali avevano fatto piombare il canale in uno stato di grave sofferenza. Impossibile dimenticare, specie per i cittadini della frazione di Roncajette, i giorni drammatici del novembre 2010 e i mesi – se non gli anni – successivi: l’acqua in casa, i danni, le trafile burocratiche per i risarcimenti, la paura ad ogni nuova pioggia. E così, ad ogni allarme, i cittadini si ritrovavano sul fiume a veder passare l’onda di piena, misurandone il livello con bottigliette di plastica appese ad un filo fatto calare dal ponte di Roncajette. I più “smart”, invece, hanno sempre fatto ricorso ai dati degli idrometri dell’Arpav ma le misurazioni venivano effettuate troppo a monte o troppo a valle per essere indicative per Ponte San Nicolò. Il nuovo idrometro di Ponte San Nicolò è stato installato in corrispondenza del ponte in ferro del capoluogo e si aggiorna ogni trenta minuti. I suoi dati sono accessibili – con un ritardo di un’ora – sull’applicazione del Comune di Ponte San Nicolò, scaricabile su smartphone e tablet. Ma non basta un’app per combattere i rischi idrogeologici: in questi anni – specie in quelli immediatamente successivi all’alluvione – il Genio Civile è intervenuto per mettere in sicurezza più punti degli argini danneggiati dalle piene, anche se molti smottamenti mancano ancora all’appello. A Ponte San Nicolò è stato accolto con soddisfazione il completamento del bacino di laminazione di Caldogno, che permetterà di ritardare le piogge eccezionali nel Vicentino e dunque anche nel Padovano, anche se l’unica opera che potrebbe mettere davvero in sicurezza l’asta fluviale a sud-est di Padova è il completamento dell’Idrovia Padova-Mare, a più riprese richiesta dal consiglio comunale sannicolese con mozioni ufficiali.

 

Andrea Canton

Le più lette