Calcio, Chioggia festeggia la promozione

Hanno superato ogni previsione i risultati dell’ultima stagione della Clodiense, che dopo un anno di quarantena riscuote il suo posto in serie D: “Avevamo la voglia e l’orgoglio di tornare in quella che riteniamo sia la nostra giusta categoria” spiega il presidente Ivano Boscolo Bielo. Un campionato lungo, con una squadra – guidata da mister Massimiliano De Mozzi – magari meno competitiva delle altre sotto il profilo agonistico, ma tecnicamente superiore, tanto da vincere la Coppa Italia Veneto e arrivare ai quarti di finale della Coppa Italia Nazionale.

“Non siamo riusciti a vincere il campionato direttamente, però alla fine con i playoff siamo riusciti lo stesso ad andare in serie D” spiega soddisfatto Ivano Bielo. Decisivo il ritorno dei play-off, quel 2-0 contro il Sedico che ha reso possibile l’agognato scatto di serie. Nel frattempo, la società si sta dedicando alla composizio – Il presidente della Clodiense, Ivano Boscolo Bielo e il mister Massimiliano De Mozzi Dopo un anno di quarantena la Clodiense torna in serie D. Soddisfatto il presidente Ivano Boscolo Bielo e il mister Massimiliano De Mozzi. Ora la squadra sta cercando rinforzi per affrontare il campionato l’anno prossimo Calcio mercato: fra le new entry la punta Marjanovic, il difensore centrale Patrizio Caso, il giovane attaccante esterno Marco Farinazzo ne di una squadra capace di affrontare con successo il prossimo campionato in serie D: fra le new entry, la punta Marjanovic, il difensore centrale Patrizio Caso, il giovane attaccante esterno Marco Farinazzo.

Le prospettive sembrano rosee, ma serve che Chioggia in primis ci creda. “Ringrazio l’amministrazione comunale che è sempre stata disponibile nelle materie di sua competenza” dichiara Bielo. E aggiunge: “Faccio anche un appello alla città, che mi piacerebbe vedere più coinvolta”, per esempio venendo allo stadio la domenica a “caricare” la squadra. “In secondo luogo – prosegue –, oggi gestire una squadra a livello economico non è semplice. Se ci fosse qualcuno disposto ad aiutarci, saremmo ben lieti di accettare”. E intanto il 25 luglio si riparte, conclude il presidente, “ben vogliosi di fare un buon campionato e di giocarsela anche per poterlo vincere”.

Margherita Bertolo

Lascia un commento