Chioggia, giardini pubblici: la riqualificazione comincia dall’Isola dell’Unione

Il Comune si impegna per portare a termine la sistemazione delle aree pubbliche cadute nel degrado e promette interventi straordinari per sanare ogni situazione anomala. Dopo le svariate segnalazioni giunte agli uffici comunali, l’amministrazione clodiense ha stabilito di procedere, senza indugio, alla manutenzione di alcuni spazi pubblici. In primo luogo si parla dei giardini dell’Isola dell’Unione.

“Sono già partiti i lavori di sistemazione dei giardini dell’Isola — spiega una nota dei pentastellati — e nelle altre aree segnalate dalle mamme di Chioggia”. Purtroppo le aree pubbliche, soprattutto quelle interessate da fenomeni di aggregazione, in particolar modo giovanile, risultano spesso maltrattate da bande di scapestrati. Sicuramente risulterebbe proficua l’installazione di una idonea rete di videosorveglianza, che potrebbe essere implementata dopo un adeguato studio sulle aree più a rischio. Nel frattempo, però, risulta prioritario arginare qualsiasi fenomeno che possa rappresentare, in primis, un problema per la sicurezza pubblica e, in secondo luogo, un possibile pregiudizio per il decoro.

“Due delle mamme che hanno sollevato il problema dello stato dell’area verde — continua la nota del Comune — hanno incontrato l’assessore ai Lavori pubblici Elga Messina, quello alle Partecipate e al bilancio, Daniele Stecco, e Isabella Penzo, assessore allo Sport e alla cultura, assieme a loro il dirigente di Sst, Enrico Genovese”. Il Comune fa sapere che sono cominciati i lavori nei giardini dell’Isola dell’Unione, eseguiti dall’Egolabor. “La ditta — prosegue la nota — sistemerà altalene, scivolo, giostrine e panchine ammalorate. Verrà anche messo in sicurezza il bagno pubblico, la cui situazione era stata segnalata dalle mamme”. Lavori anche ai giardini di piazzale Europa, con il ripristino delle giostrine e la pulizia complessiva dell’area. Lavori anche al giardino di San Felice e relativamente a quello di via Zeno Sud. “Più avanti, quando le finanze ce lo permetteranno — spiega l’Amministrazione comunale, che si dichiara al lavoro sui bandi per intercettare risorse fondamentali per questo genere di interventi — faremo anche gli interventi di manutenzione straordinaria e stiamo pensando all’installazione di nuove giostre inclusive, che possano essere utilizzate anche dai bambini con disabilità”. Si tratta, sicuramente, di una buona scommessa da parte del Comune, che dovrà essere portata a termine nel minor tempo possibile.

Andrea Varagnolo

Commenti

commenti

Lascia un commento

Site created by ElectricSheeps.com - IT Solution & Web Design