Rottanova, quarant’anni di impegno del Comitato cittadino

Il Comitato cittadino di Rottanova da oltre quarant’anni promuove iniziative nella frazione, impegnandosi anche in diversi progetti a scopo benefico. Durante i festeggiamenti della sagra paesana dello scorso anno, il Comitato ha organizzato una serata in ricordo di Giorgio Campaci, musicista di origini rottanovane prematuramente scomparso, che suonava nell’orchestra “I Souvenir”, presente all’iniziativa. La serata in ricordo di Campaci si è svolta il 22 agosto e ha permesso di raccogliere dei fondi.

Dopo quanto accaduto a fine agosto nel Centro Italia, il direttivo del Comitato, in accordo coi familiari di Campaci e l’orchestra “I Souvenir”, ha pensato di destinare quanto raccolto alle popolazioni colpite dal terremoto. A beneficiare dei fondi raccolti è stata la città di Preci, comune di 790 abitanti in provincia di Perugia, dove una delegazione del Comitato ha consegnato un contributo di mille euro. “Il territorio di Preci – così il presidente del Comitato, Graziano Garbin – ha subito molti danni dalle scosse del 30 ottobre, il palazzo comunale di Preci non è agibile e il sindaco Pietro Bellini ci ha accolti in uno stabile adibito a municipio, insieme alla consigliera comunale Marina Stocchi”.

Il contributo raccolto a Rottanova è stato devoluto all’associazione di promozione sociale Preci e i suoi borghi. “Oltre alla chiesa messa in sicurezza e agli altri edifici fortemente danneggiati – afferma Il presidente del Comitato Graziano Garbin Garbin – siamo rimasti colpiti vedendo che, vicino alle poche abitazioni rimaste agibili, ci sono ancora oggi delle roulotte pronte per essere utilizzate in caso di scosse, segno che la popolazione non si sente sicura”. Il Comitato di Rottanova promuove anche altre iniziative benefiche, ogni anno dopo i festeggiamenti del Ferragosto viene fatta una donazione all’Associazione bambini cerebrolesi Mattia Venceslao di Rovigo e parte dei proventi della sagra paesana sono devoluti alla Parrocchia e utilizzati per le necessità della frazione.

“Siamo attivi anche nella promozione della cultura – conclude Garbin – abbiamo finanziato la pubblicazione di due libri dedicati a Rottanova: “Il faro della speranza” scritto da Manuela Sgobbi e Nicla Sguotti e “Il mulino di Rottanova” della dottoressa Sguotti, che quest’anno ha promosso insieme a noi un progetto di riscoperta della storia locale con due lezioni su Rottanova ai bambini della scuola primaria del paese e una ai ragazzi dell’indirizzo musicale della scuola media. Inoltre, insieme alle diverse iniziative promosse in collaborazione con la Parrocchia, abbiamo partecipato quest’anno al progetto “Musica nelle frazioni” dell’Istituto comprensivo e alla “Settimana Serafiniana” organizzata dal Circolo Amici del M° T. Serafin”.

Commenti

commenti

Lascia un commento

Site created by ElectricSheeps.com - IT Solution & Web Design