La parrocchia di Loreggia apre all’accoglienza

Anche la comunità di Loreggia ha deciso di aprire le porte all’accoglienza.
La parrocchia della Purificazione della Beata Vergine Maria, d’accordo con il Consiglio Pastorale, mette a disposizione un alloggio per un piccolo gruppo di migranti in arrivo in paese. “Vogliamo tenere informata tutta la comunità cristiana di Loreggia su questa iniziativa straordinaria che vuol essere un segno dell’accoglienza misericordiosa che ogni cristiano è chiamato a vivere e testimoniare – ha detto il parroco don Leone Cecchetto -. Con il Consiglio pastorale parrocchiale (Cpp) abbiamo concordato di far posto all’accoglienza di due profughi a spese della parrocchia. In ogni caso ci appoggeremo alla Caritas diocesana, ma abbiamo bisogno del sostegno di tutti i nostri parrocchiani. E per questa ragione invito chi è disponibile a iniziare con il cercare e arredare un appartamento per due persone per un periodo che varia da sei mesi a un anno, che la parrocchia si impegnerà a finanziare. Chi avesse questa possibilità o potesse metterci in contatto con qualcuno disposto ad affittare a Loreggia un ambiente per un prezzo giusto, lo faccia presente”.
L’iniziativa messa in atto dalla parrocchia fa parte del più ampio progetto di accoglienza proposta e lanciata dalla Caritas diocesana dal titolo “Un profugo a casa tua”. “Un’iniziativa impegnativa, per tanti motivi, ma abbiamo pensato che è importante non lasciar cadere questo appello che ci viene rivolto, come comunità cristiana, in tante occasioni – ha aggiunto don Leone -. Avremo occasione di presentarlo a tutta la comunità in modo che non vi siano chiacchiere inutili. Intanto però è importante trovare un appartamento per due persone per un periodo di sei mesi, che la parrocchia si impegnerà a finanziare”.

Bianca Parise

Commenti

commenti

Lascia un commento

Site created by ElectricSheeps.com - IT Solution & Web Design