Home Padovano Bassa Padovana Scandalo Padova Tre: Sesa controllerà la gestione dei rifiuti

Scandalo Padova Tre: Sesa controllerà la gestione dei rifiuti

Colpo di scena nell’intricata vicenda della gestione rifiuti nella Bassa Padovana. Con la fine di Padova Tre Srl, ormai sull’orlo del fallimento, è Sesa spa ad uscirne vincitrice prendendo il controllo dell’Ati (associazione temporanea) di imprese che finora ha garantito il funzionamento del servizio in più di 50 Comuni. Sesa, società partecipata al 51% dal Comune di Este e per il 49% privata, è infatti la nuova capo-mandataria e sarà una nuova società consortile di cui faranno parte proprio Sesa e le altre componenti dell’Ati (De Vizia e Abaco) a emettere le bollette.

Si chiude un’era quindi e se ne apre un’altra, con l’auspicio che si impari dagli errori del passato e si eviti di generare un “buco” di oltre 30 milioni di euro. Nel frattempo non si placano le polemiche legate alle prime bollette inviate nel 2017 con Federcontribuenti che si schiera al fianco dei cittadini promettendo assistenza a chi volesse verificare la correttezza della fattura. Sembra infatti che sia stata erroneamente applicata l’Iva e che in molti casi non siano corretti i parametri di calcolo come ad esempio il numero di componenti dell’utenza. Continuano anche le indagini della Guardia di Finanza e della Corte dei Conti con la consegna di 12 avvisi di garanzia alla vecchia e nuova presidenza del Consorzio Padova Sud e agli ex dirigenti della quasi defunta Padova Tre Srl.

Sempre a quest’ultimi sono dirette anche le azioni di responsabilità richieste dall’assemblea dei sindaci: di fatto si tratta di una procedura che viene avviata in sede di giustizia civile per recuperare risorse la cui perdita è imputabile alla mala gestione di amministratori e dirigenti. Insomma, l’estrema ratio per tentare di non aumentare le bollette ai cittadini a causa del buco che si è generato in questi anni. “Ritengo più che giuste le indagini a 360 gradi da parte delle autorità competenti – ha commentato Alessandro Baldin, presidente del Consorzio Padova Sud – Ripongo la massima fiducia nella magistratura”.

(e.m.)

Le più lette