Campione della voga, senza un avambraccio

Una storia di coraggio e virtù, quella di Pietro, 16enne veneto che frequenta il liceo scientifico, frequenta gli scout, suona la chitarra e voga alla veneta. Ma lo fa senza l’avambraccio sinistro, sostituito da una protesi. Nonostante tutto, è riuscito a collocarsi al terzo posto nelle ‘marciarele senior’ della Regata Storica 2017. Ora il suo obiettivo, e il suo sogno, è che qualcuno lo aiuti a progettare e realizzare una nuova protesi che gli permetta di realizzare anche i movimenti che gli servono per continuare a vogare.

Lascia un commento