Home Rodigino Comuni ricicloni, maglia nera a Rovigo

Comuni ricicloni, maglia nera a Rovigo

Ogni abitante di Rovigo produce più di 600kg di rifiuti all’anno, tra i capoluoghi di provincia è quello dove si producono più rifiuti. Oggi a Treviso è stata presentata l’edizione Veneta del dossier Comuni Ricicloni di Legambiente elaborato con i dati della raccolta dei rifiuti certificati da ARPAV.

La situazione che ne esce è quella di una Veneto all’avanguardia che però non rappresenta la situazione della provincia di Rovigo dove solo il comune di Pontecchio Polesine si può insignire del titolo di “Comune RifiutiFree” ovvero dove ogni suo abitante produce meno di 75kg/anno di rifiuto secco e ha una percentuale di raccolta differenziata pari al 77,3%. Il comune peggiore della provincia è quello del capoluogo dove solo il 53,6% dei 602 kg prodotti per abitante viene riciclato.

“La situazione è drammatica – commenta Giulia Bacchiega, presidente di Legambiente Rovigo – i dati non mentono ed è chiaro che è necessario darsi molto da fare”, sottolineando quanta distanza ci sia con i Comuni che si sono classificati ai primi posti: gli abitanti di Castelcucco (TV) producono appena 20kg di residuo secco all’anno contro i 256 del comune di Rovigo. Ciò che emerge secondo Legambiente dall’analisi dei dati di Comuni Ricicloni Veneto è come i comuni virtuosi applichino la raccolta porta a porta spinta con l’applicazione della tariffa puntuale: “Chi inquina paghi!” conclude Bacchiega. “È questo il principio che bisogna applicare che tradotto diventa l’applicazione della tariffa puntuale dove chi più produce rifiuto non riciclabile più paga”.

Le più lette