Home Rodigino Adria Vandali e inciviltà: Adria sotto assedio

Vandali e inciviltà: Adria sotto assedio

È arrabbiato il sindaco Barbujani. Potremmo dire infuriato. Perchè ora la misura è colma: troppa inciviltà, troppa maleducazione. E non c’è videosorveglianza che tenga per fermare questi vandali. I casi sono molti. Tra i più eclatanti, il degrado ai Giardini Zen. “Avendo una recinzione bassa la gente la scavalca e poi fa quello che vuole – commenta Bobo -: dovremmo intervenire con un altro sistema perchè la ringhiera evidentemente non basta”. Vicolo Tretti: immondizia un po’ dappertutto, gente spesso ubriaca che staziona lì. “Il degrado in quel vicolo è in parte dovuto ai residenti, immigrati, che non sanno cos’è la differenziata e scaricano la spazzatura un po’ dove capita. C’è poi un problema legato a una persona che vive lì ed è in condizioni di disagio psichico e sociale”. C’è poi chi approfitta di piazzetta Merlin per scaricare i propri rifiuti, chi invece li abbandona nei container del Porto destinati agli operatori commerciali. “Ognuno si sente libero di scaricare dove vuole” si arrabbia Barbujani. “La sera c’è un po’ di tutto – si sfoga -, una degenerazione impressionante. Hanno rubato perfino in cimitero il tetto in rame delle chiesette dove riposano i parroci! Se ne fregano di tutto: le telecamere ci sono all’ingresso del camposanto ma non a ogni angolo, è impossibile controllare tutto. E tutto per 100 euro… siamo alla miseria. Come quelli che rompono il vetro di una Opel Corsa per rubare i tappetini…c’è povertà, degrado morale e sociale, non c’è più l’educazione di un tempo. Ho in mano un video di minori,12 anni al massimo, che stanno imbrattando il muro della Cattedrale ad Halloween. Manca un po’ di senso civico, le famiglie che avevano un ruolo fondamentale: non è possibile che capiti questo!”.

G.G.

Giorgia Gay
Giornalista professionista, nata sulla carta ma con un'anima social e una passione per le web news

Le più lette