Area Olmo, fra sindaco e comitato è guerra di cifre e di intenti

Il futuro dell’area Olmo divide ancora Comune e Comitato locale. E’ guerra di cifre e di intenti quella che è nata tra l’amministrazione comunale e il gruppo di cittadini che chiede il recupero dell’area del quartiere Salute.

Il Comitato l’Olmo chiede al Comune di ridiscutere la destinazione di questo spazio – oggi utilizzato saltuariamente come parcheggio – e di “cedere” la gestione dell’area al Comitato stesso, che lì vuole realizzare un parco cittadino, un giardino botanico e un’area archeologica. “Sistemare l’area dell’Olmo? Costa 2 milioni di euro» è tuttavia la posizione espressa dal sindaco Roberta Gallana “La proposta del Comitato l’Olmo ha trovato peraltro la ferma opposizione dei residenti. Questi mi hanno espresso la loro preoccupazione, rammaricandosi per non avere ricevuto ascolto e sensibilità rispetto alle esigenze delle persone che vivono nel quartiere, che temono in quanto a tranquillità e sicurezza. I residenti chiedono che l’area venga tenuta in ordine, preservata per il suo valore archeologico e aperta solo per le necessità sporadica di parcheggio. L’impegno economico per togliere l’area dal degrado è molto rilevante: più di 2 milioni di euro di cui 900 mila per restaurare gli scavi repertati”.

La posizione della Gallana e il suo freno al recupero mirato dell’Olmo ha indispettito il Comitato, che ha ricordato come la proposta di gestione dell’area presentata al Comune fosse praticamente a costo zero, con soluzioni semplici ed economiche. Il Comitato ha inoltre accusato il sindaco di utilizzare strumentalmente la posizione di «“no sparuto gruppo di residenti che chiede un ulteriore parcheggio invece di uno spazio da destinare a giardino. Gli organizzatori della raccolta firme contro il Comitato sono andati per le case inventandosi che in quell’area si sarebbero organizzati concerti rock, disturbando la quiete pubblica”. A inizio mese il Comitato l’Olmo ha inoltre avviato una raccolta firme a sostegno di una petizione per il recupero dell’area: “In molti sono arrivati nel corso delle raccolte firme per incoraggiarci e ringraziarci, in molti per capire e discutere le nostre proposte. Abbiamo così potuto smentire alcune fake news messe in circolazione ad arte come quella che in area Olmo il Comitato vorrebbe organizzare concerti rock o porterebbe la presenza di malintenzionati”, chiudono dal gruppo.

Nicola Cesaro

About Giorgia Gay

Giornalista professionista, nata sulla carta ma con un'anima social e una passione per le web news

Lascia un commento