Mirano, Italo Calzavara e la sua biblioteca di quartiere

Una biblioteca in casa, ma a disposizione di tutti, proprio come quella comunale. L’ha creata Italo Calzavara, 77 anni, pensionato delle ferrovie e da 15 anni consigliere dell’associazione Cuore Amico, che ha trasformato la sua passione per la lettura e i libri in servizio. Per la cultura e i cittadini soprattutto. E adesso, che sta iniziando ad avere successo, la sua raccolta di libri casalinga punta a crescere. Nella sala delle assemblee condominiali del condominio Vespucci di via Don Minzoni infatti, Calzavara ha creato infatti una vera e propria biblioteca al civico 38/a. Un’iniziativa che ormai esiste già da un paio d’anni, ma che ora si arricchisce di ulteriori titoli. Nel 2005, in collaborazione con la biblioteca di Mirano, Calzavara ha allestito la sua piccola biblioteca di quartiere denominata “Centro promozione lettura via Don Minzoni”: lo scopo era quello di promuovere la lettura di libri e avviare iniziative culturali nel quartiere. Dalla biblioteca si può avere in prestito gratuito libri per adulti, ragazzi e bambini nei giorni di lunedì e mercoledì dalle ore 14 alle 15.30. “Per aumentare la consistenza della biblioteca ho scritto a un centinaio di case editrici – racconta Italo – alcune delle quali mi hanno inviato dei libri gratuitamente. La biblioteca di Mirano e Salzano a più riprese mi hanno donato libri che alienavano perché doppi. Anche diversi privati, avuto notizia della mia iniziativa, hanno donato i loro libri. Riempiti alcuni scaffali della vecchia biblioteca di Mirano, ho provveduto così a costruire da solo altri scaffali per poter sistemare tutti i libri, tanti erano diventati”. Attualmente la consistenza della biblioteca è costituita da 4050 libri catalogati con il sistema Dewey, 950 cd di opere e di musica classica donati dai fratelli Maren di Noale, 406 videocassette di film, per ognuno dei quali Calzavara ha provveduto a stampare una scheda in cui sono riportati regista, interpreti, trama e giudizio.

Filippo De Gaspari

About Giorgia Gay

Giornalista professionista, nata sulla carta ma con un'anima social e una passione per le web news

Lascia un commento