Pizza napoletana è patrimonio Unesco

L’arte del pizzaiolo napoletano è patrimonio culturale dell’Umanità Unesco. Dopo 8 anni di negoziati internazionali, a Jeju, in Corea del Sud, il Comitato di governo dell’Unesco si è espresso con voto unanime per l’unica candidatura italiana, riconoscendo la creatività alimentare della comunità napoletana come unica al mondo. “Vittoria! Identità enogastronomica italiana sempre più tutelata nel mondo”, così il Ministro delle Politiche agricole, alimentari e forestali Maurizio Martina su Twitter.

“Un simbolo bellissimo di quello che l’Italia è stata – commenta il segretario del Partito Democratico Matteo Renzi su Facebook -. Ma è simbolo anche di ciò che dovremo essere. La cura per la tradizione, la passione per il cibo, la capacità di farsi rappresentare all’estero dai nostri prodotti sono elementi essenziali del nostro futuro. Andiamo verso un futuro di robot e innovazioni tecnologiche: proprio per questo avremo sempre più bisogno di radici, di identità, di qualità, di gusto. Le più grandi catene al mondo di pizza non sono italiane così come pure è straniera la maggioranza dei prodotti che hanno il nome che suona italiano venduti nel mondo. Insomma: nel mondo globalizzato il Made in Italy – anche alimentare – ha tante opportunità davanti. Il riconoscimento alla pizza è un orgoglio per la tradizione ma anche uno stimolo per il futuro. Avanti”.

 

About Giorgia Gay

Giornalista professionista, nata sulla carta ma con un'anima social e una passione per le web news

Lascia un commento